Se Pievani e Franceschelli “difendono” la teoria dell’evoluzione dalle “strumentalizzazioni” di Mons. Facchini

Nell’anno di Darwin, di Galileo e dell’Astronomia, in un momento culturale in cui sembra davvero possibile superare le presunte storiche contrapposizioni tra scienza, religione e filosofia, il saggio pubblicato su Micromega da Orlando Franceschelli e Telmo Pievani con il titolo “Darwinismo Ecclesiastico” potrebbe arrivare come un macigno su una fragile costruzione di rapporti, di equilibri, di dialogo. Un macigno che però fortunatamente manca a distanza il bersaglio, tanta è stata la foga e la grossolanità della mira, ovvero l’attacco piuttosto aggressivo, intellettualmente e nei toni, nei confronti di Mons. Fiorenzo Facchini, “colpevole” di essere un “monsignore”, un “integralista” e di voler quindi strumentalizzare le teorie evolutive e soprattutto il pensiero di chi non sarebbe in accordo con la visione cattolica della creazione e dell’evoluzione.

Segnaliamo alcuni articoli su questo caso di imperfetta/distorta comunicazione

Oltre gli orizzonti della scienza,  da L’Osservatore Romano, 30 settembre 2009

Scienza atea, una illusione da Avvenire, 29 luglio 2009

Se il codice morale è frutto dell’evoluzione da Avvenire, 24 luglio 2009; fonte Il Mascellaro

Darwinismo e biologismo esasperato, da L’Osservatore Romano, 17 maggio 2009

Leave a Reply