Riparte l’LHC, questa volta senza timori da “fine del mondo”

Dopo alcune difficoltà tecniche, e “archiviati” i presunti rischi di “fine del mondo” ipotizzati da alcuni pseudoscienziati (v. SRM Newsletter 80 e 81), il 20 novembre scorso gli ingegneri e i ricercatori del CERN hanno attivato il Large Hadron Collider (LHC), lanciando nel suo anello particelle che hanno finalmente effettuato un giro completo.

L’LHC è il più grande acceleratore di particelle al mondo, e dopo l’attivazione ufficiale del 10 settembre 2008 aveva avuto diversi problemi di tipo ingegneristico, tra cui la gestione delle elevate temperature raggiunte nella struttura.

Il Direttore Generale del CERN, Rolf Heuer, si è dichiarato soddisfatto di questo nuovo inizio, che pone una nuova “pietra miliare” in un lungo cammino di studi. Roberto Petronzio, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), ha dichiarato ai giornalisti: “siamo di nuovo in pista per un’avventura scientifica che aprirà un’era nuova della fisica”.

Pubblichiamo comunicato ufficiale CERN LHC

Link LHC CERNCERNCorriere Scienze

Leave a Reply