SRM Newsletter n. 175


18 giugno 2011


Il Premio Ratzinger 2011 e il dialogo fede – cultura

Durante la presentazione ufficiale del Premio 2011 lo scorso 14 giugno in Vaticano, è intervenuto poi il prof. Giuseppe Dalla Torre, Rettore dell’Università Lumsa, il quale ha ricordato la necessità di “riproporre con forza la questione dei saperi sacri” nella società attuale, in cui, come afferma il Santo Padre, si confrontano “due tendenze opposte, due estremi entrambi negativi: da un parte il laicismo, che, in modo spesso subdolo, emargina la religione per confinarla nella sfera privata; dall’altra il fondamentalismo, che invece vorrebbe imporla a tutti con la forza”.

Vediamo quindi come vi sia un autentico e innegabile “bisogno di teologia, per uscire dal vicolo cieco di un radicale travisamento della questione religiosa e di una crescente incapacità di cogliere ciò che dà senso al tutto”.

Link Radio Vaticana Famiglia Cristiana

 

Sbaglia chi vede la Chiesa “in ritardo rispetto ai progressi della scienza

Così P. Tomasz Trafny, Officiale del Pontificio Consiglio della Cultura e Direttore Esecutivo del Progetto STOQ (Science, Theology and the Ontological Quest), in una intervista all’Osservatore Romano sull’iniziativa di collaborazione tra il Pontificio Consiglio della Cultura, la multinazionale biotech NeoStem Inc. e la Fondazione Stem for Life, la quale prevede una conferenza internazionale sul tema Adult Stem Cells Research and the Future of Man and Culture, un evento presentato il 16 giugno scorso presso la Sala Stampa della Santa Sede.

Sicuramente – ha affermato P. Trafny nella conferenza stampa – molti si pongono tre domande: perché il Pontificio Consiglio della Cultura è coinvolto nell’iniziativa riguardante la ricerca sulle cellule staminali adulte. Perché ci sia una collaborazione con un’azienda biofarmaceutica NeoStem e quali sono i progetti legati a questa collaborazione”. Le ragioni, ha spiegato nel suo intervento, sono molteplici, e devono essere cercate ad esempio nella mission del Pontificio Consiglio della Cultura, “chiamato a dialogare con tutte le espressioni della cultura contemporanea, fortemente impregnata e plasmata

dalla scienza”. Del resto, non è una novità il fatto che “il Pontificio Consiglio della Cultura si è impegnato nel promuovere un serio dialogo tra le scienze naturali e umane, specialmente la filosofia e la teologia, come per esempio nel Progetto STOQ. La scelta di indagare sulla ricerca riguardante le cellule staminali adulte è, quindi, una naturale conseguenza di un percorso intrapreso alcuni anni fa”.

Link SRM (cortesia L’Osservatore Romano) – ASCA AGI

Link intervento integrale, SRM (cortesia Pontificio Consiglio della Cultura)

Un filosofo e un teologo a confronto

Ovvero il dibattito pubblico che ha visto la partecipazione del filosofo cattolico canadese Charles Taylor e del Cardinale Christoph Schönborn, Aricivescovo di Vienna.

Ne parla un articolo di Giandomenico Mucci S.I. sull’ultimo quaderno de La Civiltà Cattolica (nº 3863, pp. 450-455), nel quale vengono sottolineati “i punti di contatto nel pensiero dei due interlocutori e le divergenze nell’interpretazione degli effetti del secolarismo sulla Chiesa”, con la consapevolezza della necessità che i credenti sappiano “ascoltare l’esperienza di ricerca spirituale delle persone che si dicono non religiose ed escludono l’appartenenza consapevole alla Chiesa”.

Link La Civiltà Cattolica

Il neoateismo oggi

Sempre Mucci, in questo suo secondo articolo su La Civiltà Cattolica (pp. 480-485), affronta il tema dell’odierno neoateismo, che vorrebbe utilizzare e strumentalizzare “i risultati delle scienze sperimentali come supporto alle sue tesi precostituite”, per negare la religione e i suoi fondamenti filosofici, razionali, spirituali. Una nuova forma di ateismo, rispetto al passato, ad esempio al secolo dei lumi: “un ateismo non dotto, che si affida all’improntitudine e all’allegra impreparazione di alcuni suoi apostoli attivi in campo mediatico” e che contemporaneamente, pur non potendo mostrare armi dialettiche reali e consistenti, si mostra “aggressivo e polemico con i credenti”, e “pretende di soverchiare con argomenti empirici e populistici, come se tutti gli scienziati fossero atei, come se chi vive e partecipa della cultura contemporanea non sarebbe uomo compiuto se non fosse ateo”.

Link La Civiltà Cattolica

Scienziati atei, eppure spirituali

Anche i ricercatori che negli Stati Uniti si professano atei, dichiarano in buona parte, almeno il 20 per cento, di possedere una qualche forma di spiritualità. È una delle conclusioni a cui è arrivato un nuovo studio guidato dalla sociologa Elaine Howard Ecklund, professore assistente presso la Rice University, insieme a Elizabeth Long, professore e capo del Dipartimento di Sociologia dell’università.

Come ha spiegato la stessa Ecklund in una recente intervista, “i risultati dimostrano anche che gli scienziati considerano religione e spiritualità come categorie e concetti qualitativamente differenti”. Ecco quindi che, nella comunità scientifica, questi “scienziati, atei e spirituali” al tempo stesso, “cercano un autentico senso di verità attraverso una spiritualità” determinata, in modo sorprendentemente coerente dal proprio lavoro di ricerca. Lo studio verrà pubblicato nel numero di giugno di Sociology of Religion.

Link Rice University

 


Sindone: tra scienza e fantascienza

Nessun oggetto sacro è mai stato al centro di tanti studi, dibattiti e opposte visioni, come la Sindone custodita nel Duomo di Torino.

Ma se a volte il dibattito è centrato su possibili ricerche storiche, oppure su studi scientifici e sperimentazioni, in alcuni casi ci si trova a confrontarsi con ipotesi che vengono ampiamente riprese e diffuse dai mezzi di informazione, ma che sembrano appartenere al mondo della fantasia, se non della superficiale improvvisazione, come la presunta recente scoperta di un artista italiano che ha provato a rilanciare la tesi dell’origine pittorica della Sindone. Una ipotesi già sentita e smontata da tempo, come hanno sottolineato anche studiosi del calibro del prof. Gian Maria Zaccone, direttore del Museo della Sindone di Torino.

Link SRM

Lourdes e le guarigioni miracolose

La Voce intervista il dr. Fausto Santeusanio, medico italiano membro del Comitato medico internazionale che indaga sui casi di guarigioni non spiegabili scientificamente. Sebbene “il numero dei miracoli riconosciuti a Lourdes è diminuito nettamente, soprattutto negli ultimi decenni”; questo fatto diventa

comprensibile, “considerando il progresso incredibile della medicina moderna”; naturale, quindi, che “oggi sia più difficile che in passato attribuire ad un evento il carattere di guarigione non spiegabile scientificamente”.

Ma “l’esperienza quotidiana di Lourdes va oltre i miracoli riconosciuti attraverso il lavoro delle commissioni mediche e diocesane”, e “se è vero che su oltre 7.000 segnalazioni di guarigioni straordinarie solo 68 sono a tutt’oggi riconosciute come miracoli, è pur vero che sono tante le persone che vanno a Lourdes per pregare con fede e che dichiarano di aver ricevuto una grazia, che può essere la soluzione di un problema fisico, ma anche il superamento di difficoltà personali o familiari, la riconciliazione con gli amici di un tempo, la pacificazione interiore così come l’accettazione fiduciosa e serena di gravi stati di sofferenza fisica o psichica”.

Link La Voce

 

Eventi recenti

Conferenza stampa di presentazione della Conferenza Adult Stem Cells Research and the Future of Man and Culture

La conferenza stampa si è svolta il 16 giugno scorso nella Sala Stampa Vaticana, con la partecipazione di S.E. Il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura; la dr.ssa Robin L. Smith, Presidente e Direttore Esecutivo della NeoStem Inc. e Presidente della Fondazione Stem for Life; e il rev. Tomasz Trafny, Officiale del Pontificio Consiglio della Cultura.

La conferenza è organizzata dalla multinazionale farmaceutica statunitense NeoStem Inc., dalla sua Fondazione Stem for Life e dal Pontificio Consiglio della Cultura, con la collaborazione della Pontificia Accademia per la Vita e del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari.

Per informazioni: Pontificio Consiglio della Cultura, Rev. Tomasz Trafny, Dipartimento di Scienza e Fede; tel. +39-06-68164811; fax: +39-06-69887368; cultura@cultura.va

NeoStem, Inc. Robin Smith, CEO; tel.+1(212)584-4174; rsmith@neostem.com

Link conferenza, SRMconference, english, SRM sito conferenza

Pontificio Consiglio della Cultura STOQ Neostem Stemforlifefoundation

Laicità, Scienza, Bioetica

Una tavola rotonda a Carpi, il 15 giugno scorso, presso la Biblioteca Multimediale Loria; all’evento, moderato dal giornalista Pierluigi Senatore, ha partecipato il prof. Maurizio Mori, docente ordinario dell’Università di Torino e presidente della Consulta di Bioetica onlus.

Link Sassuolo2000

 


Le guarigioni di Lourdes, tra fede e scienza

Laici e cattolici a dialogo sulle guarigioni avvenute presso il Santuario di Lourdes, in questo incontro organizzato dai tre Rotary Club di Foggia, il 16 giugno scorso, presso il Tribunale di Palazzo Dogana.

L’evento, moderato da Ernesto Tardivo, caporedattore della Gazzetta del Mezzogiorno di Foggia, ha visto a confronto l’Arcivescovo di Foggia, Mons. Francesco Pio Tamburrino, e Matteo Di Biase, preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Foggia. Ha partecipato inoltre Alessandro De Franciscis, attuale presidente del Bureau de Constatation Medical, l’ufficio che a Lourdes dal 1882 è incaricato proprio di esaminare e valutare tutti i casi di guarigioni miracolose o presunte tali, e che ad oggi ha ne certificato 68 come non spiegabili scientificamente e di probabile origine miracolosa.

Link Daunianews

 

 

Prossimi eventi

L’Università e la sfida dei saperi: quale futuro?

Questo il tema dell’VIII Simposio Internazionale dei Docenti Universitari, promosso dall’Ufficio Pastorale del Vicariato di Roma, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e il Consiglio Nazionale delle Ricerche. L’evento si svolge a Roma dal 23 al 25 giugno 2011, presso la Pontificia Università Lateranense.

Informazioni: Vicariato di Roma, Ufficio Pastorale Universitaria, piazza San Giovanni in Laterano, 6/A, 00184 Roma. tel. +39-0669886342/584; fax +39-0669886503/544;

ufficiopastoraleuniversitaria@vicariatusurbis.org

Link University2000Universitas2000

An Introduction to Science and Religion

Un corso introduttivo alle tematiche del rapporto tra ricerca scientifica e religione, organizzato a Belfast dal Faraday Institute for Science and Religion, dal 24 al 26 giugno 2011.

Questi gli argomenti e gli interventi programmati:

The Neuroscience Correlates of Religious Faith and Practice, Prof. Dame Ingrid Allen

A Media Perspective on Science-Religion Issues, Dr. William Crawley

Science and the Justification of Religious Belief, Revd Dr. Rodney Holder

The Demise of the Conflict Model in Science and Religion?, Prof. David Livingstone

Multiple Universes, One Faith?, Prof. Tom Millar

Animal Theology, Revd Dr. Scott Peddie

The Day the Sun Stood Still: Biblical Miracles and Modern Science, Prof. Stephen Williams

Link corso, Faraday Institute for Science and Religion


What is Life? Theology, Science, and Philosophy

IV Convegno Internazionale organizzato a Cracovia, Polonia, dal Centre of Theology and Philosophy, con la collaborazione del Center for World Catholicism and Intercultural Theology (DePaul University), della Pontifical University of John Paul II (Cracovia), del Copernicus Center for Interdisciplinary Studies (Cracovia), dell’Institute for Faith and Learning (Baylor University), dell’Evans Chair for Religious Understanding (Brigham Young University); dell’Academia Internacional de Filosofía-Instituto de Filosofía Edith Stein (Granada); del Centro di Ateneo per la Dottrina Sociale della Chiesa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano).

Intervengono, tra gli altri, il Premio Nobel Christian de Duve; il Premio Templeton Michael Heller (Pontifical Academy of Theology in Cracow); Michel Morange (Ecole Normale Superieur); Thomas Weinandy, OFM Cap (Executive Director, Secretariat for Doctrine, United States Conference of Catholic Bishops); Rémi Brague (Universitè Sorbonne e Ludwig Maximilian University of Munich); John Behr (St Vladimir’s Orthodox Theological Seminary); Christos Yannaras (Panteion University of Social and Political Sciences); Robert Spaemann (Ludwig Maximilian University of Munich).

Informazioni:

Centre of Theology and Philosophy, Uniwersyet Papieski Jana Pawla II, Kanonicza 25; Kraków (Poland)

tel. +48124218416 ‎

Dal 24 al 28 giugno 2011

Link http://theologyphilosophycentre.co.uk/

 

 

 

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3386284135

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com


Leave a Reply