SRM Newsletter n. 186

 

08 ottobre 2011

 

 

John Barrow: essere scienziato e credere

Unintervista scomoda quella di Piergiorgio Odifreddi a John Barrow, pubblicata da La Repubblica il 4 ottobre scorso, per il costante sforzo di Odifreddi nel cercare eventuali punti deboli, contraddizioni, falle logico-concettuali, nelle idee e nelle posizioni esposte da Barrow, scienziato e credente. Una posizione filosofica e di vita che a Odifreddi evidentemente sembra suonare strana o non accettabile, anche per considerare ancora la religione come se fosse in contrapposizione nei confronti della scienza e del libero pensiero.

Però Barrow, schivando le possibili “trappole” dialettiche, spiega come, “quando si parla di scienza e religione, le relazioni siano diverse a seconda di quale scienza e di quali scienziati si considerino” e di essere fortunato in questo ad essere un cosmologo, un ambito scientifico che porta a confrontarsi costantemente e con grande libertà di pensiero con il mistero dell’universo che ci circonda, delle sue origini e della sua possibile finalità.

Link SRM foto: Paolo Centofanti

Tevatron, la fine di un’epoca

Quest’anno si concludono le attività del progetto Tevatron, l’acceleratore di particelle del FermiLab, a Chicago, che in 26 anni di esperimenti e ricerche ha permesso alcune delle più importanti scoperte nello studio dei quark. Le attività di analisi dei dati rilevati finora continueranno anche successivamente, per completare una attività di ricerca in gran parte complementare alle sperimentazioni presso l’LHC del CERN di Ginevra.

Grande l’emozione degli scienziati e ricercatori che in questi anni hanno lavorato al Tevatron. Lo ha raccontato alla stampa il prof. Giovanni Punzi (Università di Pisa e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), uno dei coordinatori del progetto Collider Detector at Fermilab: “Siamo tutti emozionati. Avevamo sperato di ritardare la chiusura, ma sono state fatte altre scelte”.

Link SRM

La Sindone, tra fede e scienza

Quali sono le questioni non ancora definite sulla realtà fisica e teologica della Sindone, sulla sua storia, sulla sua autenticità o sulla sua eventuale realizzazione per mano di un artista o di uno scienziato medioevale?

Ne ha parlato in un’intervista da parte di SRM P. Rafael Pascual LC, Direttore dell’Istituto Scienza e Fede presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, intorno al Convegno Encuentro de dos lienzos recentemente tenuto a Città del Messico, di cui si parla negli eventi recenti di questa newsletter.

P. Pascual ha anche parlato delle attività e delle prospettive in questo nuovo anno accademico del Master in Scienza e Fede e del Diploma di Specializzazione in Studi Sindonici.

Link SRM – intervista, SRM

ALMA, per scoprire i segreti dell’Universo

Si chiama ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) il nuovo grande radiotelescopio dell’ESO, il più moderno ad oggi, installato in Cile e composto da 66 antenne già in questa fase iniziale di realizzazione, il cui completamento è previsto per il 2013.

Progettato per lavorare nella gamma d’onda tra 0,3 e 9,6 millimetri, ha tra gli obiettivi lo studio della chimica dell’Universo, e potrebbe permettere anche di individuare pianeti che abbiano caratteristiche simili alla terra, o che possano comunque ospitare possibili forme di vita.

Link SRM foto: Alma Observatory, ALMA-ESO/NAOJ/NRAO, W. Garnier. ALMA

Eventi recenti

 

Encuentro de dos Lienzos

La Sindone e la Madonna di Guadalupe, due reliquie a confronto in questo convegno interdisciplinare a Città del Messico, dal 20 al 22 settembre scorso.

Le questioni scientifiche relative alla Sindone e al Telo di Guadalupe, le possibili ipotesi sulla formazione dell’immagine, il rapporto tra fede e scienza in entrambe le reliquie, sono alcuni dei temi che sono stati affrontati dai vari relatori, tra i quali il prof. Bruno Barberis, direttore del Centro Internazionale di Sindonologia di Torino; P. Manuel Carreira SJ, dell’Università Pontificia Comillas di Madrid; P. Rafael Pascual, L.C., direttore dell’Istituto Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma; il prof. Gian Maria Zaccone, direttore scientifico del Museo della Sindone di Torino; Mons. Giuseppe Ghiberti, presidente della Commissione Diocesana per la Sindone.

Link SRM foto: cortesia P. Rafael Pascual LC

Presentazione del programma della Pastorale universitaria del Vicariato di Roma

Il rapporto tra religione e scienza costituirà una delle linee guida del programma 2011-2012 per la pastorale universitaria del Vicariato di Roma, il cui tema quest’anno è Il Tuo volto Signore io cerco. La questione di Dio oggi.

Lo ha spiegato Mons. Lorenzo Leuzzi, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Universitaria, nell’incontro di ufficiale di presentazione svoltosi nei giorni scorsi a Roma, e in una intervista per Radio Vaticana: “il secondo pilastro” dell’iniziativa è appunto “quello di offrire ai giovani universitari, che già hanno un percorso di vita cristiana, un’occasione di approfondire il rapporto tra fede e ricerca scientifica universitaria”, nella consapevolezze “che in questo momento la questione di Dio è un tema molto importante, soprattutto nel mondo accademico e intellettuale”.

Link SRM foto: Paolo Centofanti

Quantum Future: The shift in the communication paradigm

QuantumFuture è un progetto scientifico dell’Università di Padova, finalizzato allo ricerca interdisciplinare e allo sviluppo tecnologico della comunicazione quantistica.

L’iniziativa è stata presentata nell’ateneo veneto il 3 e 4 ottobre 2011 dal Rettore Giuseppe Zaccaria e dal sindaco Flavio Zanonato, nell’ambito di un convegno al quale hanno preso parte studiosi e ricercatori in campi quali Astronomia, Fisica, Fisica Quantistica e Ottica Quantistica, Informatica, Automazione, telecomunicazioni; tra i partecipanti anche docenti dell’università come Cesare Barbieri, Nicola Laurenti, Francesco Ticozzi.

Link SRM

Le Case della Scienza 2011

È dedicata all’Anno Internazionale della Chimica la quarta edizione dell’evento divulgativo Le Case della Scienza, organizzato dal 29 settembre al 2 ottobre scorsi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Imola, Servizio Attività Culturali, e dalla associazione ScienzaE.

Link SRM

Prossimi eventi

 

Esiste una (neuro)scienza che studia il libero arbitrio ?

Conferenza di Patrick Haggard (Institute of Cognitive Neuroscience, University College of London) sulle prospettive attuali e future delle neuroscienze e della psicologia comportamentale, e in particolare sugli studi mirati a identificare i meccanismi alla base del libero arbitrio.

Organizzato nell’ambito della IX edizione della rassegna BergamoScienza, moderato da Stefano Cappa (Università Vita-Salute San Raffaele, Milano), l’evento si terrà il prossimo 9 ottobre.

Link SRM

 

Conoscenza e verità nella scienza

Conferenza di Franca D’Agostini, docente di Filosofia della Scienza al Politecnico di Torino e di Epistemologia all’Università di Milano, nell’ambito della manifestazione BergamoScienza.

L’evento, introdotto da Piermaria Lupo Pasini, si svolgerà a Bergamo il 13 ottobre prossimo.

Informazioni:

13 ottobre 2011, dalle ore 20.30 alle ore 22,00.

Associazione BergamoScienza, via Giuseppe Verdi, 18; 24121 – Bergamo

Link SRM

Contacts SRM:

 

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Leave a Reply