Zichichi: “siamo l’unica forma di materia vivente dotata di Ragione”

Illustrando il recente Simposio sulla fisica subnucleare svoltosi dal 30 ottobre al 1 novembre, in un articolo su Il Giornale, il presidente e fondatore della World Federation of Scientists è tornato a parlare del rapporto tra fede e scienza, e della possibilità e necessità di un loro corretto reciproco equilibrio: “Sua Santità Benedetto XVI – ha affermato – insiste nel richiamare l’attenzione sul fatto che siamo l’unica forma di materia vivente dotata di Ragione. È quindi di grande attualità legare le conquiste delle frontiere scientifiche alla cultura del nostro tempo”.

All’evento, tenutosi all’Accademia Pontificia delle Scienze, e voluto dal Premio Nobel Werner Arber, attuale presidente dell’accademia, hanno preso parte circa cinquanta studiosi, provenienti da vari paesi; l’incontro per Zichichi ha rappresentato “il frutto della nuova alleanza tra scienza e la cultura detta moderna ma, di fatto, pre-Aristotelica”; una alleanza possibile proprio per  quel gesto “di umiltà intellettuale, maturato nel cuore della cultura cattolica con Galileo Galilei, che Giovanni Paolo II, il 30 marzo 1979, in Vaticano, definì figlio legittimo e prediletto della Chiesa cattolica”. In tal modo, “Giovanni Paolo II riportò a casa i tesori della scienza galileiana”, tesori oggi custoditi da Papa Benedetto XVI.

Link Il Giornale

Leave a Reply