SRM Newsletter n. 193

05 dicembre 2011

 

Fede e ateismo contemporaneo

Che fine ha fatto l’ateismo contemporaneo?”, si chiede in un recente articolo su L’Osservatore Romano il filosofo Adriano Pessina, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. In realtà, come spiega lui stesso nell’articolo, l’ateismo non è scomparso: si è solamente ricollocato su differenti posizioni intellettuali e culturali, che però affondano comunque le loro radici in pensatori come Sartre, Nietzsche o Freud. Così, “se fino a qualche anno fa […] l’ateismo si presentava in primo luogo dentro lo spazio pragmatico dell’irreligiosità e dell’indifferenza, oggi assistiamo a una duplice svolta”.

Da una parte ha preso nuovo vigore l’ateismo teoretico, che superati pensatori come Marx e i già citati Nietzsche o Freud, è approdato all’attuale neodarwinismo e alle posizioni agnostiche, se non negazioniste, di ambienti intellettuali neuroscientifici materialisti e deterministi. Dall’altra, il tentativo di imporre l’ateismo come una presunta “nuova forma di moralità”, coinvolgente le moderne biotecnologie, se non da esse stesse definita, in una logica di paradossale coincidenza tra etica e possibilità tecnologiche.

Link SRMSRM, articolo originale, cortesia L’Osservatore Romano

La via Lattea vista dai Voyager

La NASA ha annunciato i risultati delle ultime osservazioni della Via Lattea effettuate dalle sonde Voyager, che giunte ai limite del nostro sistema solare, hanno potuto consentire rilevazioni scientifiche mai realizzate finora, prive di interferenze e disturbi dovuti alla vicinanza con il sole, i pianeti e altri oggetti spaziali.

Tra le novità, l’osservazione e la conseguentemente possibile analisi delle emissioni Lyman-alpha, che potrebbero essere rivelatrici di zone dove potenzialmente potrebbero formarsi nuove stelle.

Link SRM immagine: cortesia NASA

Il dibattito tra scienza e fede; Islam e Occidente

Il dibattito tra scienza e fede in prospettiva interreligiosa, in modo particolare nell’ambito della biologia, è sempre stato piuttosto acceso, quando si confronta una visione laica, in chiave evoluzionista, con una visione di stampo creazionista, che sia di matrice cristiana, islamica, o che faccia riferimento alle recenti teorie sull’Intelligent Design.

Vogliamo segnalare due articoli che si trovano agli antipodi:

Islam, Charles Darwin and the denial of science, un intervento del genetista Steve Jones sul britannico Telegraph, che analizza in modo critico la “negazione della scienza” attuata spesso nel mondo islamico, negando in realtà la visione di Darwin e le sue teorie evolutive.

I meccanismi immaginari dell’evoluzione, pubblicato dal noto creazionista turco Harun Yahya (Adnan Oktar), che invece critica proprio la teoria darwiniana della selezione naturale, con l’obiettivo di dimostrare come comunque, nell’ambito della biologia evolutiva, teorie date per scontate sarebbero state poi storicamente smentite.

Link SRM

Eventi recenti

 

L’astronomia nel tempo

Questo il titolo della rassegna di eventi organizzati a Napoli il 4 dicembre scorso, nell’ambito dell’iniziativa divulgativa Città della Scienza. Una giornata di conferenze, seminari, mostre, spettacoli scientifici e osservazioni astronomiche, che ha visto numerosi interventi di scienziati, docenti, studiosi e tecnici, e la collaborazione di Amici della Scienza e dell’Unione Astrofili Napoletani.

Link SRM

Evoluzione biologica, evoluzione culturale

Lunedì 5 dicembre si è svolta all’Università di Milano Bicocca questa conferenza del genetista Luca Cavalli Sforza, professore emerito di Genetica all’Università di Stanford, Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei e Premio Balzan 1999 per la scienza delle origini dell’uomo.

Link SRM

Prossimi eventi

 

Il Dio dell’universo e le leggi della natura

Fede e scienza nelle religioni monoteistiche

Gerusalemme è la sede di questo workshop a porte chiuse promosso dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, l’Istituto Scienza e Fede e il Notre Dame of Jerusalem Center, dal 6 al 7 dicembre prossimi, e patrocinato dal Pontificio Consiglio della Cultura e dalla Cattedra di Studi Medioevali Marco Arosio, sotto gli auspici del Progetto STOQ – Science, Theology and the Ontological Quest.

P. Pascual, Decano della Facoltà di Filosofia e Direttore dell’Istituto Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, terrà una relazione su I modelli del rapporto scienza e fede, mentre Mons. Sánchez de Toca, sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura e Direttore del Progetto STOQ, interverrà sull’argomento Come situare la scienza in rapporto alla fede? La prospettiva del Magistero della Chiesa Cattolica.

La seconda sessione della giornata affronterà invece il tema del rapporto Scienza – Fede nell’ebraismo e nell’Islam, con gli interventi del prof. Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma, su Il rapporto scienza e fede nella prospettiva ebraica, e del Dr. Mustafa Abu Sway’s, Al-Quds University of Jerusalem, su Islam and Science: Theological Perspectives and Historical Contexts.

Nella terza e nella quarta sessione, il giorno successivo, verranno trattati Alcuni aspetti storico-teoretici particolari del rapporto scienza-fede; nella mattinata il Prof. Pietro Ramellini (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma) parlerà su Faith and Science: the Case of Human Ecology; il Prof. Guido Traversa (Università Europea di Roma), relazionerà su La bellezza dell’universo: il De revolutionibus orbium caelestium, e il Prof. Costantino Sigismondi (Università di Roma, La Sapienza) interverrà su Astronomia e fede. Da Gerberto all’era dei satelliti.

Nel pomeriggio il prof. Prof. William Carroll (University of Oxford), terrà a distanza una conferenza sul tema The Legend of Galileo and the Inquisition, mentre P. Pedro Barrajón LC, Rettore dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, parlerà de Il dibattito intorno all’Intelligent Design.

Tavole rotonde e discussioni seguiranno gli interventi, mentre una sessione aperta e la presentazione delle conclusioni chiuderanno i lavori dell’evento.

Link SRMSRM, programma evento

 

La metáfora del relojero ciego: un falso conflicto entre religión y teoría de la evolución

Il corso Scienza e religione del Master in Scienza e Fede offre questa conferenza del prof. Juan Arana (Università di Siviglia, Spagna). Ci sarà traduzione simultanea all’italiano.

Martedì 6 dicembre 2011, dalle ore 15.30 alle ore 17.00.

Ateneo Pontifico Regina Apostolorum – Aula Magna (2º piano).

Via degli Aldobrandeschi, 190, Roma

Link SRM

La Madonna di Guadalupe, sfida alla scienza, richiamo alla fede

Conferenza di P. Nicola Tovagliari LC (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), per il modulo La questione dei miracoli, del Master in Scienza e Fede.

Martedì 6 dicembre 2011, dalle ore 17.10 alle ore 18.40.

Ateneo Pontifico Regina Apostolorum – Aula Magna (2º piano).

Via degli Aldobrandeschi, 190, Roma.

Link SRM

La vis poetico-letteraria della Scienza

Una tavola Rotonda organizzata a Roma dal CNR – Centro Nazionale Ricerche, da Akousmata – orizzonti dell’ascolto e da ASUS – Accademia di Scienze Umane e Sociali, il 16 dicembre prossimo.

L’evento si svolgerà dalle ore 16.00 alle ore 18.30 presso la Sala Marconi della sede del CNR, in P.le Aldo Moro, 7.

Link SRM

Contacts SRM:

 

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Leave a Reply