The Sign: The Shroud of Turin and the Secret of the Resurrection

The Sign: The Shroud of Turin and the Secret of the ResurrectionUn recente libro sulla Sindone di Torino, The Sign: The Shroud of Turin and the Secret of the Resurrection, sostiene una ipotesi originale e potenzialmente eclatante, che appare però difficile da dimostrare: potrebbe essere stata la visione della Sindone vuota, dopo la Risurrezione, ciò che veramente indusse gli Apostoli a credere nella vittoria di Cristo sulla morte ? Forse, più che il vedere Gesù stesso, se non parlare con lui, sarebbe stata la vista del Sacro Telo, ciò che avrebbe dato veramente fede ai suoi discepoli.

Thomas de Wesselow, autore del libro e professore alla Cambridge University, sembra esserne convinto, al punto di dichiarare esplicitamente che “fu la Sindone a far dire ai discepoli: Gesù è vivo”.

Lo studioso, che ha voluto così anche presentare i risultati di alcune sue ricerche, ha però effettivamente spiegato come la sua ipotesi, lontana dall’essere dimostrata, sia più di natura storica e antropologica, piuttosto che scientifica (ad es. sulle possibili ipotesi per la formazione dell’immagine sindonica) o teologica: “non sono un teologo – ha affermato – ma uno storico dell’arte che ha cercato di calarsi nella mentalità di un tempo in cui le immagini sacre erano rare e venerate”.

Conseguentemente, ovvio, la stessa Resurrezione per l’autore potrebbe quindi essere solamente un fatto simbolico, più che una realtà come la reputano i credenti, e la stessa religione cristiana potrebbe perdere di valore, se non venire messa totalmente in discussione alle sue fondamenta.

Infatti de Wesselow nel sostenere la propria tesi va oltre, affermando che appunto non di vera Resurrezione si tratterebbe, o dichiarando ad esempio, decontestualizzando però le citazioni, che “anche il vescovo di Durham suggerì nel 1984 che la resurrezione è un fatto simbolico” o che “è scritto nella Lettera ai Corinzi che la rinascita non riguarda il sangue e la carne”.

Il libro, destinato sicuramente a far discutere, è edito da Penguin Books.

Segnaliamo un articolo del Telegraph, dove è possibile leggere un estratto del libro, in inglese.

Link La StampaThe Telegraph

The Sign : The Shroud of Turin and the Secret of the Resurrection

Leave a Reply