SRM Newsletter n. 202

02.04.2012

 


L’arcidiocesi di Sidney finanzia la ricerca sulle cellule staminali adulte

Con un fondo di 100.000 dollari, l’arcidiocesi sosterrà le ricerche sull’utilizzo delle cellule staminali adulte, realizzate dal professor John Rasko e dalla dottoressa Janet Macpherson presso il Royal Prince Alfred Hospital. Il progetto portato avanti da Rasko, direttore del Department of Cell and Molecular Therapies, e da Macpherson, sua collaboratrice, è il quinto a poter usufruire del finanziamento da parte dell’arcidiocesi, che in questo modo vuole contribuire agli studi e utilizzi etici, in ambito terapeutico, rigenerativo e sperimentale, delle cellule staminali, privilegiando chiaramente le cellule adulte e escludendo l’uso e distruzione di cellule embrionali o di interi embrioni.

Anche questo studio, come i precedenti, corrisponde rigorosamente alle linee guida indicate dal Code of Ethical Standards for Catholic Health and Aged Care Services, ovvero alle condizioni che “la ricerca medica che coinvolge gli embrioni o i feti vivi può essere svolta solo in vivo, e quando vi è una certezza morale di non causare danni alla vita o all’integrità dell’embrione o del feto”.

Link SRMSRM, cortesia L’Osservatore Romano 22 marzo 2012

Vivere la fede cattolica

L’arcidiocesi di Denver, USA, il 5 marzo 2012 ha organizzato l’annuale convegno Live Catholic Faith – Vivere la fede cattolica, al quale hanno preso parte oltre 4.000 persone. Tra i relatori, Guy Consolmagno, sacerdote gesuita e astronomo della Specola Vaticana, la struttura di ricerca astronomica del Vaticano.

Padre Consolmagno ha parlato della propria duplice realtà di scienziato e uomo di religione, e di come il suo lavoro scientifico non solo si accordi con la propria fede, ma anzi ne costituisca una delle ragioni portanti. “Coloro che credono in Dio – ha ad esempio affermato – non dovrebbero aver timore della scienza, bensì dovrebbero considerare la scienza come un’opportunità che Dio ha dato all’umanità per conoscerlo meglio”.

Link SRM

 

Libri

 

Il Nobel e il monaco. Dialoghi sul nostro tempo

Un dialogo su scienza, fede, società, cultura, senso della vita, e sui grandi temi e le grandi questioni con cui sono chiamati a confrontarsi scienziati, teologi, intellettuali e uomini comuni, tra il Premio Nobel Luc Montagnier e il monaco Michel Niaussat, mediati e intervistati nell’abbazia della Trappe a Soligny, dal giornalista Philippe Harrouard, di France Television.

Tra i molti passaggi e capitoli significativi del libro, importante quello in cui Montaginer, già Nobel per la Medicina per aver individuato il virus dell’Aids, dà la propria valutazione di come debbano essere considerati i miracoli, o comunque gli eventi scientificamente non spiegabili: “quando un fenomeno è inspiegabile – afferma – se esso esiste veramente, non serve a nulla negarlo. Molti scienziati fanno l’errore di rifiutare ciò che non comprendono. Non mi piace questo atteggiamento. Come dice l’astrofisico Carl Sagan, «L’assenza di evidenza non è l’evidenza dell’assenza». Io non mi spiego i miracoli, ma riconosco che vi sono guarigioni non comprese allo stato attuale della scienza”.

Il volume, di 191 pagine, è edito da Giunti Editore.

Link SRM

The Sign: The Shroud of Turin and the Secret of the Resurrection

Questo recente libro sulla Sindone di Torino sostiene una tesi molto discutibile: ciò che indusse gli Apostoli a credere nella vittoria di Cristo sulla morte sarebbe stata la visione della Sindone. Secondo l’autore, più che il vedere Gesù stesso, sarebbe stata la vista del Sacro Telo ciò che avrebbe dato veramente fede ai suoi discepoli.

Thomas de Wesselow, professore alla Cambridge University, sembra esserne convinto, al punto di dichiarare esplicitamente che “fu la Sindone a far dire ai discepoli: Gesù è vivo”. Lo studioso ha però spiegato come la sua sia una ipotesi più di natura storica e antropologica piuttosto che scientifica o teologica: “non sono un teologo – ha affermato – ma uno storico dell’arte che ha cercato di calarsi nella mentalità di un tempo in cui le immagini sacre erano rare e venerate”.

Il libro, destinato sicuramente a far discutere, è edito da Penguin Books.

Ne segnaliamo un articolo da La Stampa.

Link SRM

Eventi recenti

 

Religion, Science, and Politics

Conferenza del Dr. Neal Lane, professore di Fisica presso la Rice University, già direttore della National Science Foundation, nell’ambito del Religion in the 2012 Elections Symposium, promosso dal Religion and Public Life Program della Rice University come progetto di studio del modo in cui le tematiche religiose vengono affrontate nelle elezioni di quest’anno negli Stati Uniti.

Tra gli argomenti della conferenza, il rapporto reciproco tra scienza e fede, e il loro ruolo nel dibattito politico.

Link SRM

 

Fede e Scienza sono in conflitto

Una conferenza del dr. Nicola Beretta, ricercatore del Centro di Neurologia Sperimentale dell’IRCCS – Fondazione Santa Lucia, organizzata dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

L’incontro con Beretta, dottore di ricerca in Neuroscienze, si è svolto il 14 marzo scorso presso la Facoltà di Scienze dell’ateneo; è il terzo degli eventi previsti dal programma di conferenze I 7 miti del Cristianesimo.

Link SRM

Esploratori dell’invisibile

Questo il titolo della conferenza organizzata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare il 23 marzo scorso e che ha visto la partecipazione di Fernando Ferroni, presidente dell’INFN e di alcuni scienziati che lavorano al CERN di Ginevra e al progetto LHC.

Link SRM

La scienza spiega la fede

Un incontro, tra scienza, fede e Sacra Sindone, con Giulio Fanti, professore di Misure meccaniche e termiche al Dipartimento di ingegneria dell’Università di Padova. Recentemente Fanti ha sostenuto (cfr. SRM) la tesi secondo la quale l’immagine sindonica si sarebbe formata conseguentemente ad una emissione di altissime energie, oltre 50.000.000 di volts.

L’evento si è svolto domenica il 25 marzo 2012 a Rovigo.

Link SRM

La notte della Sindone

Questo il titolo di un documentario sulla Sindone, proiettato il 28 marzo 2012 all’Auditorium Giovanni Paolo II dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, nell’ambito delle attività del Diploma di Specializzazione in Studi Sindonici.

Il filmato si propone di riprendere e analizzare l’ipotesi avanzata da alcuni esperti e studiosi di un possibile “complotto”, ovvero di pressioni, se non una predeterminazione dei risultati, mirati da più parti a far collocare il Sacro Telo in epoca medioevale, tesi non condivisa da altri studiosi, per i quali comunque vi sarebbero sicuramente stati errori metodologici, oltre che i limiti scientifici propri delle metodologie di analisi al carbonio 14 verso la fine degli anni ottanta.

Sulla questione, confronta pure SRM – Science and Religion in Media :

Link SRM

Lezioni Lincee di Biomedicina

Seminario sulla Biomedicina e le biotecnologie, e le loro implicazioni etiche e sociali, organizzato dal Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre dell’Accademia Nazionale dei Lincei, con la collaborazione dell’Università di Sassari. Indirizzato a docenti e studenti delle scuole superiori, l’incontro si è svolto a Sassari, presso l’Aula Magna dell’Università, lo scorso 29 marzo 2012.

Coordinato da Pietro Cappuccinelli, professore dell’Università di Sassari, con gli interventi della prof.ssa Franca Deriu: Dalle cellule nervose ai processi cognitivi; del prof. Pier Andrea Serra: Nanomondi biotecnologici. Viaggio tra i nuovi paesaggi della ricerca biomedica; e del prof. Sergio Uzzau: Geni, proteine e social networks.

Link SRM

Prossimi eventi

Il cammino dell’uomo verso Dio nel pensiero di Bonaventura da Bagnoregio

Un corso istituito dalla Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, nell’ambito delle attività didattiche realizzate sotto gli auspici della Cattedra Marco Arosio di Alti Studi Medievali.

Il percorso formativo, tenuto dalla prof.ssa Irene Zavattero, docente presso l’Università di Siena, è iniziato lo scorso 22 febbraio, e “si propone di illustrare, attraverso la lettura commentata dell’opuscolo L’itinerario della mente in Dio – Itinerarium mentis in Deum, il percorso ascetico e conoscitivo che secondo Bonaventura l’uomo-viator compie, in sei tappe, per giungere alla pace della contemplazione di Dio”.

Verranno anche affrontati, in Bonaventura, i temi dei limiti conoscitivi della filosofia, la quale, per poter accedere a livelli più elevati di conoscenza, ha la necessità “di aprirsi all’illuminazione di un sapere più alto”.

Link SRM corso* dal sito del corso

Galileo e la misura del tempo

Galileo e la misura del tempo è il nome della nuova sezione del Museo Galileo di Firenze, dedicata agli studi dello scienziato toscano sul tempo, e alle sue importanti scoperte; inaugurata in questi giorni, è caratterizzata da un approccio espositivo interattivo, che coinvolge il visitatore nella storia, negli esperimenti di Galileo e in alcune riproduzioni di strumenti da lui costruiti o comunque progettati.

L’esposizione è stata realizzata in collaborazione con le Officine Panerai.

Museo Galileo, Istituto e Museo di Storia della Scienza, Tel. 055.265311, Fax 055.2653130, info@museogalileo.it, www.museogalileo.it

Link SRM

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.info

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Leave a Reply