Curiosity: un nuovo capitolo delle esplorazioni su Marte

Lunedi 6 agosto 2012, dopo oltre 560 milioni di chilometri percorsi dal lancio dalla base NASA di Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, alle ore 7.30 italiane il rover Curiosity ha toccato il suolo marziano, nell’area del cratere Gale, ad una velocità di circa 2,7 chilometri l’ora. Con una discesa durata 7 minuti, in cui dopo il distacco dalla navicella che lo trasportava il rover ha progressivamente ridotto la velocità dai 21.000 chilometri orari di avvicinamento al pianeta fino a quella programmata per il contatto con il pianeta Marte, si è così conclusa la prima fase della missione, iniziata il 25 novembre 2011 e durata otto mesi. Dotato di 14 telecamere e di sofisticati strumenti di analisi scientifica, il mezzo esplorativo NASA è stato realizzato in circa dieci anni, con un investimento di 2,5 miliardi di dollari; pesante solo 900 chilogrammi, con le sue sei ruote sterzanti può muoversi facilmente sulle asperità del terreno marziano, ad una velocità necessariamente ridotta di circa 153 metri all’ora. Curiosity potrebbe trovare tracce che confermino la presenza di vita sul pianeta rosso, oggi o nel passato; si definisce un nuovo capitolo nelle storia delle esplorazioni spaziali, con nuove opportunità di conoscenza e sperimentazioni scientifiche, e che potrebbe essere il preludio per una prossima missione umana, fornendo preziose informazioni per un futuro potenziale sbarco di astronauti su Marte.
Link NASAANSA

Leave a Reply