Mathematics of planet earth 2013

Questo il nome di un progetto internazionale e interdisciplinare presentato pubblicamente nelle scorse settimane, promosso dall’International Mathematical Union, l’associazione mondiale che riunisce studiosi di matematica di tutto il mondo, da un centinaio di organizzazioni scientifiche e accademiche che vi hanno aderito, e patrocinato dall’Unesco; obiettivo: comunicare e sostenere nel prossimo anno lo studio delle scienze matematiche, dando impulso a specifiche iniziative e progetti di studio e di ricerca, per affrontare e possibilmente risolvere alcune delle più grandi questioni e sfide per il mondo moderno. Dall’analisi dei cambiamenti climatici all’adeguamento e perfezionamento dei modelli previsionali meteorologici, con particolare attenzione ad eventi estremi come ad esempio uragani e tempeste potenzialmente devastanti. Dai modi per contenere e ridurre l’inquinamento, e per preservare ambienti naturali delicati o irripetibili, agli strumenti per prevedere epidemie, o per anticipare in modi accurati terremoti e tsunami.
Come ha spiegato Brian Conrey, direttore dell’American Institute of Mathematics, il progetto Mathematics of Planet Earth 2013 vuole essere “una grande iniziativa che si propone di coinvolgere alcuni dei migliori cervelli del mondo per risolvere alcuni dei problemi piu’ difficili del mondo”; non parteciperanno quindi solamente matematici, ma ricercatori di varie discipline, come ingegneri, fisici, medici, studiosi di scienze naturali e geologiche.

Leave a Reply