Il miracolo eucaristico di Lanciano tra scienza fede e pastorale

Il miracolo verificatosi nella chiesa dei santi Domiziano e Legonziano, nella piccola cittadina abruzzese di Lanciano, è il più antico tra i miracoli eucaristici; durante la celebrazione dell’Eucarestia da parte di un monaco, l’ostia consacrata si sarebbe tramutata fisicamente in carne, e il vino in sangue. Tale evento, verificatosi presumibilmente tra il 730 e il 750 dopo Cristo, sarebbe stato documentato in vario modo a partire dal 1570 circa.
Le reliquie sono state analizzate scientificamente tra il 1970 e il 1971 dagli anatomo-patologi Ruggero Bertelli e Odoardo Linoli, i quali hanno pubblicato i risultati dello loro ricerche in un articolo scientifico dal titolo Ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche sulla carne e sul sangue del Miracolo Eucaristico di Lanciano, nel quale confermavano trattarsi di tessuto del miocardio e sangue umani.
Ne parlerà p. Gianfranco Berbenni, ofm cap, docente per il Master in Scienza e Fede e per il Diploma in Studi Sindonici dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, in una conferenza dal titolo Il miracolo eucaristico di Lanciano tra scienza fede e pastorale. Parte del programma di attività per il primo semestre dell’Anno Accademico 2013/2014, e inserito nel modulo La questione dei miracoli, l’incontro si svolgerà a Roma, nell’Aula Magna dell’università, martedì 5 novembre dalle ore 17.10 alle ore 18.40, in via degli Aldobrandeschi 190.
Link conferenza

Leave a Reply