L’India lancia la sua prima missione per Marte

L’India ha iniziato oggi la sua prima missione spaziale verso il pianeta Marte; la sonda Mars Orbiter è stata lanciata senza inconvenienti né problemi tecnici o di programmazione alle ore 10.08 (4.38 ora locale) dal centro spaziale di Satish Dhawan, presso la città di Sriharikota, tramite un razzo Pslv – Polar Satellite Launch Vehicle.
Alto 45 metri, suddiviso in quattro stadi, capace di lanciare satelliti del peso di 1600 chilogrammi in orbita polare eliosincronica, e di 1050 chilogrammi in orbita geostazionaria, il Pslv è il primo veicolo operativo di questo genere della ISRO – Indian Space Research Organisation, l’Agenzia Spaziale indiana. Il vettore utilizza alternativamente sistemi di propulsione che bruciano carburanti solida e liquidi.
Una missione, come hanno spiegato gli stessi responsabili dell’operazione, con costi notevolmente inferiori a quelli abituali per la NASA e l’Agenzia Spaziale Europea, e che ha l’obiettivo di studiare la superficie e l’atmosfera marziane, determinando numerosi parametri, tra cui la presenza e la quantità di metano; per farlo, gli scienziati dovranno guidare la Mars Orbiter in un viaggio di milioni di chilometri, che dovrebbe concludersi il 24 settembre del 2014, quando la sonda entrerà nell’orbita di Marte. Potrà così iniziare la raccolta dei dati, utilizzando i cinque strumenti installati a bordo: una fotocamera digitale a colori appositamente progettata, sensori, un fotometro, uno spettrometro termico a infraross, un analizzatore di composizione d’atmosfera primi dati.
Link ISRO

Leave a Reply