Solo il sessanta per cento dei cittadini USA crede nell’evoluzione

Nel mese di dicembre il Pew Reasearch Institute ha pubblicato i risultati di un sondaggio condotto su un campione di 1983 cittadini statunitensi, di età superiore ai diciotto anni, intervistati sulle loro opinioni relativamente alla teorie evolutive e all’idea che l’essere umano possa essere stato creato da Dio.
Ne è emerso che solo il sessanta per cento circa degli intervistati crede nell’evoluzione umana, e afferma che “gli esseri umani e gli altri esseri viventi si sono evoluti nel corso del tempo”; il resto dei partecipanti all’indagine rifiuta invece totalmente l’ipotesi stessa dell’evoluzione, affermando che “gli umani e gli altri viventi sono esistiti nelle loro attuali forme fin dall’inizio del tempo”. tra coloro che si sono dichiarati a favore delle teorie evolutive, due terzi pensano che Dio stesso, o comunque “un essere supremo” abbia progettato o sia intervenuto per definire il modo in cui ci siamo evoluti fino ad oggi; solamente un terzo reputa invece che lo sviluppo sia dovuto a casualità e/o a processi di selezione naturale.
Le differenti convinzioni variano sia in base all’orientamento politico dei partecipanti al sondaggio, che ovviamente in base al loro credo religioso: i sostenitori dell’evoluzione sono ad esempio molto più numerosi tra i protestanti evangelici, e tra i democratici rispetto ai repubblicani.
Link Pew Reasearch Institute

Leave a Reply