L’Accademia dei Lincei presenta la propria storia

L’accademia Nazionale dei Lincei questo mese ha presentato a Roma due nuovi volumi che testimoniano la sua storia scientifica e culturale. Il primo libro è Libertà di filosofare in naturalibus. I mondi paralleli di Cesi e Galileo, di Paolo Galluzzi. L’autore parla dell’incontro tra il grande astronomo Galileo Galilei e Federico Cesi, scienziato e naturalista, fondatore dell’Accademia; delle loro affinità filosofiche e culturali, e del loro comune sforzo per una filosofia e una scienza libere da tradizioni consolidate da secoli, che apparivano però ormai superate dal progresso del pensiero e dalle nuove scoperte scientifiche.

Il secondo volume, con il titolo Cronache e statuti della prima Accademia dei Lincei: Gesta Lynceorum, Ristretto delle costituzioni, Praescriptiones Lynceae, è stato curato da Marco Guardo e Raniero Orioli. Riporta la cronaca dei primi due anni di attività dell’Accademia, dal 1603 al 1605, tratta dai resoconti dello stesso Federico Cesi, di Ioannes van Heeck e, probabilmente, di Francesco Stelluti.

Pubblicati nella collana Storia dell’Accademia, i due libri sono stati presentati venerdì 11 aprile 2014 nella sede di palazzo Corsini, a Roma, in un evento introdotto da Tullio Gregory e dal presidente Alberto Quadro Curzio, e che ha visto gli interventi dello stesso Paolo Galluzzi e di Giuseppe Olmi.

Link Lincei

Leave a Reply