SRM Newsletter n.237

giovedì 24 maggio 2014

 

CERN: nuove conferme sperimentali del bosone di Higgs

Il CERN di Ginevra, Svizzera, ha annunciato nuove misurazioni e analisi dall’esperimento CMS, che confermano ulteriormente la teoria di Peter Higgs e l’esistenza e caratteristiche del bosone da lui ipotizzato. Pubblicate in un articolo scientifico sulla rivista Nature Physics il 23 giugno 2014, le analisi seguono e perfezionano quanto avevano rilevato nel 2013 gli esperimenti ATLAS e lo stesso CMS, mostrando un decadimento dei bosoni di Higgs direttamente in fermioni, che costituiscono le basi della materia.

Questi risultati confermano il modello proposto nel 1964 da Robert Brout, Francois Englert e Higgs, il quale ipotizza che una particella darebbe massa a tutte le altre. Tiziano Camporesi, portavoce CMS, ha dichiarato: “Con le nostre analisi in corso stiamo realmente iniziando a capire in profondità il meccanismo teorizzato” da Brout, Englert e Higgs. “Finora si sta comportando esattamente come la teoria aveva predetto”.

Link SRM immagine: cortesia CERN LHC

Al fisico Mark Newman il Premio Lagrange 2014

Il 19 giugno scorso, in una cerimonia svoltasi al Teatro Vittoria di Torino, è stato assegnato al fisico statunitense Mark Newman il Premio Lagrange CRT per il 2014. Del valore di 50.000 euro, il riconoscimento premia gli scienziati che si sono particolarmente distintLink SRMi, per le loro attività di ricerca, applicazione e divulgazione, nell’ambito degli studi sulla complessità.

Tema del Premio, istituito nel 2003 dalla Fondazione CRT e dalla Fondazione ISI – Istituto per l’Interscambio Scientifico per ricordare e celebrare il famoso astronomo e matematico Joseph Louis Lagrange, è infatti La sfida dei Sistemi Complessi, definita dagli organizzatori come “una sorta di paradigma della modernità nella scienza”.

Link SRM

Europa: Progetti di sostegno nelle scienze della vita

Lo Human Frontiers Science Program è un programma internazionale con l’obiettivo di sostenere gli studi nelle aree delle scienze della vita, favorendo collaborazioni intercontinentali e promuovendo progetti interdisciplinari e di frontiera in tali ambiti. Promosso dalla International Human Frontier Science Program Organization, con sede a Strasburgo, in Francia, il programma quest’anno ha ricevuto circa ottocento lettere di intenti e novantadue progetti.

Tra questi, sono stati scelti e assegnati dieci Young Investigator Grants, destinati a gruppi di ricercatori più giovani, e ventiquattro Program Grants. Uno dei gruppi selezionati, dedicato alle neuroscienze, è formato anche da un italiano, Giovanni Pezzullo, il quale lavora al progetto Meccanismi computazionali e neuronali per i comportamenti spaziali complessi.

Link SRM

Le Università Cattoliche devono coniugare lavoro scientifico e sapienza della fede

Le università cattoliche hanno la missione di promuovere il dialogo tra scienza e religione, e di “coniugare lavoro scientifico e sapienza della fede”. Lo ha affermato monsignor Claudo Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica, durante l’omelia della Messa per la festa del Sacro Cuore. Nel suo discorso ha anche spiegato la necessità di prevenire visioni scientiste della società e della realtà, affermando che “la tentazione di pensare che la ragione sia un assoluto e che con la scienza e con la tecnica si possa rispondere ad ogni bisogno dell’essere umano è certamente ben presente nel nostro tempo, anche nei circuiti universitari”.

Prevenire distorsioni materialistiche e assolutiste della cultura è però proprio natura e compito proprio “delle università cattoliche, come insegna la Costituzione apostolica Ex corde ecclesiae“, con l’obbligo e l’obiettivo di “declinare la rigorosa ricerca della verità e l’uso pieno della ragione con quella visione sapienziale della realtà che deriva dalla fede nel Dio creatore e dalla sequela del Signore Gesù nel cui amore, manifestato sulla Croce, risiede ogni vera sapienza”.

Link SRM

 

 

Eventi recenti

Alla ricerca delle origini della vita sulla terra

Un seminario a Perugia su come è nata e si è sviluppata e evoluta la vita sul nostro pianeta e sul suo profondo senso spirituale, filosofico, teologico, tra fede e scienza, organizzato dalla Chiesa dell’Università degli Studi di Perugia.

Tenuto lo scorso 26 giugno 2014 e moderato da monsignor Elio Bromuri, vicario episcopale per la cultura dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve e rettore della Chiesa dell’Università, il seminario ha visto l’intervento iniziale del fisico Mauro Menichelli, ricercatore all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e la relazione di Alberto Viganò, teologo e padre domenicano.

Link SRM

Neuroscienze e persona: l’enigma della coscienza

Cervello, mente, anima, rapporto tra teologia e scienze neurologiche, tra scienza e fede: questi alcuni dei principali argomenti al centro del convegno Neuroscienze e persona: l’enigma della coscienza, lo scorso 21 giugno 2014, promosso dal Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano, dall’Associazione Medici Cattolici Italiani e dalla Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici.

Svoltosi nell’Aula Magna dell’Ospedale di San Donato, questo evento interdisciplinare ha visto partecipare neurologi, neuroradiologi, psicologi, teologi, filosofi, che si sono confrontati sulla coscienza, sul modo in cui è distinta e allo stesso tempo inscindibilmente connessa con il nostro cervello e sulle sue interpretazioni scientifiche, filosofiche, teologiche.

Link SRM

Sissa in Festa: Luce, Scienza, Arte

Sissa in Festa è una manifestazione culturale divulgativa, strutturata in eventi, mostre, conferenze, musica, visite guidate, laboratori pratici e sperimentali, organizzata annualmente nella città di Trieste dalla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA). Il tema scelto per l’edizione 2014, svoltasi nella sede dell’Istituto pomeriggio lo scorso 13 giugno, è stato Luce, Scienza, Arte: per parlare dell’importanza e del significato della luce, dal modo in cui osserviamo il mondo, alle tecniche con cui gli artisti lo raffigurano e lo interpretano, alle spiegazioni scientifiche che ne sono alla base.

La giornata ha visto l’inaugurazione di alcune mostre, tra cui quella permanente La storia dell’Universo a colpo d’occhio; la mostra fotografica del concorso fotografico De Rerum Natura; l’esposizione organizzata dagli studenti del Master in Comunicazione della Scienza: Luce sulla materia. Numerose le installazioni sui fenomeni ottici e sulla percezione allestite esternamente alla Scuola, oltre ad alcune dimostrazioni sul funzionamento dei Laser, organizzate da Elettra Sincrotrone. Tra gli incontri, la conferenza di John Nicholls dal titolo Dall’occhio alla percezione, e brevi seminari su luce e visione considerati dal punto di vista della fisica ottica, delle neuroscienze, della matematica.

Link SRM

Livorno: Primavera della Scienza 2014

Il comune di Livorno tra maggio e giugno 2014 con l’associazione Caffè della Scienza Nicola Badaloni ha organizzato l’annuale evento divulgativo Primavera della Scienza. Obiettivo, da una parte informare e coinvolgere, con conferenze, convegni, laboratori didattici, visite guidate, mostre, i cittadini sulle principali questioni scientifiche, globali o di attualità; dall’altra, insegnare a bambini e ragazzi l’importanza e le basi dello studio scientifico, anche per poter essere in futuro cittadini più consapevoli.

Tra gli eventi, la conferenza di Paolo Bussotti su Galileo e Keplero: un difficile dialogo tra due grandi copernicani; l’evento astronomico su Osservazione della LUNA, riconoscere i suoi crateri; la presentazione del libro Galileo, l’artista toscano, di Pietro Greco; il seminario Guerra cibernetica, con Gian Piero Siroli. È stato possibile visitare il Museo della Matematica con questi quattro percorsi: Oltre il compasso; Pitagora e il suo teorema; Aiutare la natura, le macchine di Archimede spiegate da Galilei; Un ponte sul Mediterraneo, e una mostra sulla matematica nel Medioevo e sul grande matematico Leonardo Fibonacci.

Link SRM

Prossimi Eventi

Scienza e Fede: I monaci e la cultura scientifica tra ‘600 e ‘800

Il rapporto tra scienza e fede nella vita monastica è il tema di una mostra allestita all’Abbazia di Vallombrosa da sabato 21 giugno 2014. Organizzata dall’abbazia, dal Comune di Reggello, dal Museo Masaccio di Arte Sacra, e dal Sistema Museale Chianti Valdarno, con il sostegno del Consiglio Regionale, la mostra è stata presentata a Firenze il 17 giugno scorso.

Nell’ambito dell’evento il priore di Vallombrosa, padre Marco Mizza, ha ricordato che “fino alla fine del ’700, con la soppressione degli ordini religiosi, i monasteri hanno fornito un apporto scientifico determinante”. “I monaci – infatti – erano studiosi di matematica, geometria, botanica e idraulica. A Vallombrosa saranno esposti vari di questi studi e manoscritti, oltre agli schizzi compiuti dallo stesso Galileo e che porteranno all’ideazione del telescopio”.

Link SRM

Università Rice: esplorare il dialogo tra religione e scienza

Una conferenza interdisciplinare sul rapporto tra scienza e fede organizzata in Texas, dalla Rice University, il 24 ottobre 2014. È parte del programma di attività accademiche e culturali promosso dall’Istituto di Ricerche in Scienze Sociali, nell’ambito del Religion and Public Life Program, fondato e diretto dalla professoressa Elaine Howard Ecklund. Con il titolo Materia e Significato: Esplorando il dialogo tra religione e scienza, l’evento coinvolge studiosi di varie provenienze, discipline, orientamento filosofico o religioso.

Interverrano la climatologa Katharine Hayhoe, professore associato di scienze politiche della Texas Tech University; Ronald Numbers, docente emerito di storia della scienza e della medicina all’università del Wisconsin-Madison; John Evans, professore di Sociologia all’Università di San Diego, California; Norbert Samuelson, docente di studi religiosi all’Arizona State University; John Mark Reynolds, docente di filosofia alla Houston Baptist University; Alejandro Chaoul, direttore dei programmi educativi del programma integrativo di medicina MD Anderson’s.

Link SRM

 

 

Contacts SRM:

paolocentofanti@pec.giornalistilombardia.it

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.info

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Leave a Reply