Cern: Lhc a livelli record di energia

Cern lhc fabiola gianottiIl Large Hadron Collider – LHC del Cern di Ginevra, ha raggiunto in queste settimane livelli record di energia: 13.000 miliardi di elettronvolt. Come ha spiegato all’ANSA la fisica Fabiola Gianotti, che da gennaio 2016 entrerà in carica come direttore generale del Cern, si tratta di un evento eccezionale, che pone le basi per un nuovo rivoluzionario modo di fare fisica, realizzando esperimenti prima mai realizzati, e che è stato “reso possibile anche dall’importante contributo dell’Italia”, in particolare dall’INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e dalla Ansaldo, che ha gestito la parte tecnologica.

Si tratta, ha spiegato Gianotti, di “un passo in avanti senza precedenti”, dal momento che “le collisioni a questa energia ci permettono di affrontare questioni di fisica fondamentale e diventa possibile trovare risposte a domande aperte, come quella relativa alla natura della materia oscura”, per capire così meglio quale sia l’origine dell’universo, come è fatto, e quali siano ad esempio le ragioni della presenza sia di materia che di antimateria, e della loro però non omogenea e non equilibrata distribuzione.

L’attuale direttore generale del Cern, Rolf Heuer, ha spiegato che pur essendo l’attuale ”un risultato fantastico”, non si deve però “avere fretta: i risultati non arriveranno domani, né fra una settimana, ma sicuramente arriveranno e saranno straordinari”.

Link Lhc, Cern

Leave a Reply