SRM Newsletter n.248

Martedì’ 7 luglio 2015

 

Fiat Lux: il convegno tra scienza, fede, cultura

Il convegno internazionale promosso a Roma dal 3 al 5 giugno 2015 dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dall’Università di Roma La Sapienza, è stato caratterizzato dalla specifica volontà di promuovere il dialogo tra scienze filosofia e religione, nell’Anno Internazionale della Luce. Lo ha spiegato il magnifico rettore dell’Ateneo, Jesús Villagrasa LC, nel suo discorso iniziale di saluto ai partecipanti.

“Siamo particolarmente lieti – ha affermato – di organizzare con l’Università La Sapienza di Roma questo convegno scientifico – teologico, perché esso risponde a due tratti caratterizzanti il nostro Ateneo. Il primo è costituito dalla promozione del dialogo fede – scienza, fede – cultura. Mettere in risalto la fecondità di questo dialogo, ma anche il fatto di essere stato organizzato da un Ateneo Pontificio insieme ad una università laica. Il secondo tratto, invece, è rappresentato dalla promozione della interdisciplinarietà, nella ricerca e nella docenza”. Patrocinato dall’Unesco e dal Pontificio Consiglio della Cultura, il convegno Fiat Lux: Let there be light è stato coordinato da padre Rafael Pascual LC, Decano della Facoltà di Filosofia e Direttore dell’Istituto Scienza e Fede e dal Professor Eugenio Fazio, docente della Facoltà d’Ingegneria della Sapienza.

Link SRM

 

In memoria di John Nash

Sabato 23 maggio 2015 è morto a Monroe Township, New Jersey, il matematico e premio Nobel per l’Economia John Forbes Nash. Lo studioso, 86 anni, è rimasto coinvolto in un incidente stradale, insieme alla moglie Alicia, di 82 anni. A bordo di un taxi, si stavano recando in aeroporto dove sarebbero partiti per la Norvegia, dove Nash aveva ricevuto l’Abel Prize insieme al matematico Louis Nirenberg. Nash è stato uno dei più brillanti matematici e economisti di tutti i tempi. Nel 1994 era stato insignito del premio Nobel per l’Economia per il suo contributo alla teoria dei giochi.

Link SRM

Immagine: Wikipedia, Peter Badge / Typos1 – OTRS submission by way of Jimmy Wales

 

CERN: LHC a livelli record di energia

Il Large Hadron Collider – LHC del CERN di Ginevra, ha raggiunto nelle scorse settimane livelli record di energia: 13.000 miliardi di elettronvolt. Come ha spiegato all’ANSA la fisica Fabiola Gianotti, che da gennaio 2016 entrerà in carica come direttore generale del CERN, si tratta di un evento eccezionale, che pone le basi per un nuovo rivoluzionario modo di fare fisica: “un passo in avanti senza precedenti”, dal momento che “le collisioni a questa energia ci permettono di affrontare questioni di fisica fondamentale e diventa possibile trovare risposte a domande aperte, come quella relativa alla natura della materia oscura”.

L’attuale direttore generale del CERN, Rolf Heuer, ha spiegato che pur essendo l’attuale ”un risultato fantastico”, non si deve però “avere fretta: i risultati non arriveranno domani, né fra una settimana, ma sicuramente arriveranno e saranno straordinari”.

Link SRM

 

Libri

 

Dio e il Big Bang: scienza e fede possono coesistere

Scienza e fede possono coesistere: ce lo mostra la scienza moderna, e nello stesso Big Bang, i primi istanti di vita dell’universo, troviamo la presenza di Dio. Questa la tesi principale del libro God of the Big Bang: How Modern Science Affirms the Creator. Pubblicato nel 2015 da Worthy Publishing, una casa editrice di libri di matrice cristiana, il volume è opera di Leslie Wickman Ph.D, ingegnere, ricercatrice, già astronauta per la Lockheed Martin.

Direttore del dipartimento di ingegneria e informatica del Centro di Ricerca Scientifica della Azusa Pacific University, Wickman si è laureata all’università di Stanford. Nel suo libro, come studiosa e come cristiana, con un approccio esplicativo e divulgativo alle principali scoperte della scienza moderna, si propone di rispondere ad alcune delle domande fondamentali, che nascono spontanee nel considerare il rapporto tra fede e scienze, o che derivano dalla riflessione filosofica interrogandosi su tali questioni.

Link SRM

 

Siamo liberi di scegliere e decidere e la scienza non può negarlo

L’esistenza del libero arbitrio, insieme alla coscienza, è da sempre considerata una delle caratteristiche intrinseche e specifiche dell’essere umano, però è sempre più spesso messa in discussione da una corrente materialista e razionalista di scienziati, filosofi, psicologi e altri studiosi, caratterizzati da approcci di tipo riduzionista.

Ma la scienza è veramente capace di negarci tale libertà, dimostrandocene scientificamente l’illusorietà? Niente affatto, come spiega ad esempio un recente libro del filosofo Alfred Remen Mele: Free: Why Science Hasn’t Disproved Free Will, pubblicato nel settembre 2014 dalla Oxford University Press.

Link SRM

 

Oltre la particella di Dio: il Bosone di Higgs e la fisica del XXI secolo

Cosa significano per la fisica contemporanea la scoperta del Bosone di Higgs e i risultati sperimentali ottenuti nel 2012 cercandone la conferma con il Large Hadron Collider del CERN di Ginevra? Quali sono le prospettive future che ne scaturiscono per la scienze e in particolare per la fisica delle particelle?

Ne parla il libro Oltre la particella di Dio. La fisica del XXI secolo, opera di Christopher Hill e Leon Lederman, pubblicato nel 2014 da Bollati Boringhieri. Un volume divulgativo, con il quale gli autori, riprendendo obiettivi e stile del loro precedente libro, Fisica quantistica per poeti, vogliono spiegare ai lettori cosa è il Bosone teorizzato nel 1964 dal premio Nobel Peter Higgs e da altri studiosi e perché è così importante per capire la fisica e i meccanismi che sono alla base dell’esistenza stessa dell’universo e del suo funzionamento.

Link SRM

 

Il fantasma dell’universo. Che cos’è il neutrino

Cosa sono i neutrini e quale è la loro importanza per comprendere l’universo che ci circonda? Come vengono individuati e studiati? Ne parla un libro divulgativo: Il fantasma dell’universo. Che cos’è il neutrino, scritto da Lucia Votano, ricercatrice e direttore dal 2009 al 2012 dei Laboratori Nazionali di Fisica Nucleare del Gran Sasso, uno dei quattro laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Nel volume, pubblicato da Carrocci Editore nel 2015 per la collana Città della scienza, il racconto parte “ben prima della luce, a un decimillesimo di secondo dal Big Bang”, quando “i neutrini sono apparsi nell’universo; dopo un secondo il brodo primordiale si era raffreddato abbastanza da consentire loro di muoversi liberi e ancora oggi, dopo quasi quattordici miliardi di anni, sono numerosissimi”.

Link SRM

 

Eventi recenti

 

L’Universo, tra scienza e fede

L’osservazione scientifica dell’universo, attraverso l’astrofisica e l’astronomia, e le prospettive dell’esobiologia, la scienza che ipotizza e studia la vita su altri pianeti, sono il tema di due conferenze, tenute lo scorso 12 maggio 2015 all’auditorium del Pontificio Seminario San Pio X di Catanzaro.

Entrambe le conferenze hanno affrontato anche le implicazioni filosofiche e teologiche dello studio del cosmo, tra fede e scienza. Tra i relatori l’astronomo della Specola Vaticana don Alessandro Omizzolo, autore con padre José Luis Funes, direttore della Specola, del libro Esplorare l’Universo, l’ultima delle periferie. Le sfide della scienza alla teologia.

Link SRM

 

Egitto: Giornata Italo – Egiziana della scienza

La Giornata Italo – Egiziana del Patrimonio Culturale Scientifico è una iniziativa internazionale nata per celebrare le grandi conoscenze culturali e scientifiche storicamente condivise tra Egitto e Italia e il contributo dato dal paese egiziano e più globalmente dal mondo islamico allo sviluppo della scienza, in particolare matematica e astronomia, e della cultura dell’Europa nel Medioevo e nel periodo moderno.

La prima edizione di questa rassegna, organizzata dallo Science Heritage Center dell’Università del Cairo, in collaborazione con il Museo Galileo della Scienza di Firenze, l’Ambasciata d’Italia in Egitto e il Centro per la Documentazione del Patrimonio Culturale e Naturale d’Egitto, ha avuto luogo il 5 maggio 2015 alla Biblioteca Centrale dell’Università del Cairo.

Link SRM

 

Lincei: le Neuroscienze in Tribunale

Lo studio delle neuroscienze sta diventando sempre più importante non solo per capire i meccanismi della nostra mente e per prevenire e curare le patologie neurodegenerative. Anche in Italia, come già in altri paesi, si sta rivelando di sempre maggiore utilità anche in procedimenti giudiziari civili e penali. Le neuroscienze stanno quindi oggi entrando nei tribunali con un peso progressivamente paragonabile all’utilizzo del DNA, e l’Accademia Nazionale dei Lincei e il Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre hanno deciso di parlarne e analizzare tale fenomeno in un evento tenuto a Roma lo scorso 5 giugno 2015. Una tavola rotonda, con il titolo Attualità delle Neuroscienze Forensi, in cui mettere a confronto magistrati, giuristi, neuroscienziati e altri studiosi, per analizzare lo stato attuale delle neuroscienze forensi e del loro utilizzo applicativo nei procedimenti giudiziari.

Link SRM

 

Barberis: la Sindone tra scienza e fede

Gli studi scientifici e sperimentali sulla Sindone al centro di un incontro con il sindonologo Bruno Barberis a San Salvatore Monferrato, in provincia di Alessandria. Il 27 maggio 2015 il professor Barberis, presidente del Centro Internazionale di Sindonologia di Torino, ha tenuto una conferenza dal titolo La Sindone: specchio del Vangelo e provocazione all’intelligenza.

Lo studioso ha raccontato e spiegato la storia delle ricerche scientifiche sul Sacro Telo, a partire dal primo approccio tramite la fotografia, nel 1898, all’istituzione nel 1969 della prima commissione di studi, alle ricerche effettuate nel 1978 dallo STURP, lo Shroud of Turin Research Project, il gruppo di scienziati statunitensi che hanno sottoposto il Telo della Sindone ad esperimenti e analisi approfondite.

Link SRM

 

L’anima, tra biologia e filosofia, scienza e fede

Il concetto di anima intellettualmente è tra i più dibattuti, fin dalla filosofia antica, e tra i più complessi da definire. La questione dell’anima in biologia e in filosofia, è il titolo e l’argomento di una conferenza – dialogo tra il professor Carlo Cirotto, docente di Istologia e Citologia dell’Università degli Studi di Perugia, e il professor padre Rafael Pascual, decano della Facoltà di Filosofia e direttore del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

I due relatori hanno confrontato i differenti approcci e punti di vista, biologico e filosofico, sull’anima, lo scorso 19 maggio 2015, nell’ambito delle attività formative del master e del modulo La mediazione della filosofia tra la scienza e la fede.

Link SRM

 

Per collaborare ad SRM: link

 

Contacts SRM:

paolocentofanti@pec.giornalistilombardia.it

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3897909009

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.info

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Leave a Reply