Dio e la scienza: trovare la ragione nella fede

michael dennin divine science

Un libro che spiega come il sospetto, e a volte il disprezzo, tra credenti e scienziati atei o agnostici, siano sbagliati, anacronistici e privi di fondamento. Perché le scienze e la religione, sfatando una costruzione intellettuale quasi dogmatica, non sono veramente in opposizione, ma anzi possono essere tra loro complementari. Si propone di dimostrarlo il fisico Michael Dennin nel suo ultimo libro, pubblicato a Cincinnati lo scorso anno da Franciscan Media.

Con il titolo Divine Science: finding reason at the heart of faith – Scienza divina: trovare la ragione nel cuore della fede, il volume spiega che la scienza in realtà, “non nega l’esistenza di Dio, e che la fede e la scienza possono effettivamente migliorarsi l’un l’altra quando si avvicinano nel giusto modo”. Questi due differenti e complementari modi di vedere il mondo “non devono vivere in conflitto” necessariamente, e possiamo anzi accettare l’idea che uno scienziato possa essere tranquillamente anche un credente, senza contraddizioni intellettuali o religiose.

Michael Dennin attualmente è professore di fisica e astronomia all’Università della California, Irvine; come autore si occupa di saggi e di opere di divulgazione. Dopo gli studi alla Princeton University, ha ottenuto il dottorato di ricerca nel 1995 all’Università della California, Santa Barbara.

Leave a Reply