La vita, tra biologia e fisica quantistica

la fisica della vita

Una delle ricerche che più colpiscono l’immaginario pubblico, e che giustamente suscitano le maggiori obiezioni etiche o religiose, è quella indirizzata a manipolare le basi della biologia e della genetica, per cercare di creare la vita dal nulla, artificialmente. Una idea, questa, che ha anche alimentato un intero filone della letteratura e del cinema di fantascienza, e che se potesse essere realizzata porterebbe a delle vere e proprie aberrazioni genetiche, mostruosità “create” dal nulla, a soli scopi scientifici, economici, o militari.

Fortunatamente ad oggi nessuno scienziato è stato capace di farlo, e la vita nel nostro tempo può derivare solo da un’altra forma vivente. Le nuove frontiere della scienza potrebbero però purtroppo renderlo possibile: la fisica quantistica e la nuova disciplina della biologia quantistica, ci stanno spingendo sempre più avanti nella comprensione dei meccanismi alla base della vita e del suo funzionamento.

Vita che si troverebbe per gli autori “proprio sul confine tra mondo classico e mondo quantistico: una nave che solca le acque spumeggianti dei quanti, traendo proprio da queste le sue caratteristiche più elusive e affascinanti”.

Lo spiegano Jim Al-Khalili e Johnjoe McFadden nel loro libro La fisica della vita. La nuova scienza della biologia quantistica, tradotto e pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri, ISBN 8833974146, 9788833974149.

Consigliamo di leggere il libro considerando l’orientamento positivista e materialista degli autori. Lo stesso Al-Khalili è presidente della Associazione umanistica britannica – British Humanist Association, BHA, che promuove un umanesimo secolare e che dichiaratamente rappresenta le “persone che cercano di vivere serenamente senza religione o superstizione”.

Nato a Baghdad il 20 settembre del 1962, Jim Al-Khalili, è professore di fisica teorica alla Surrey University. All’insegnamento affianca attività di divulgazione, anche collaborando con la BBC a trasmissioni radiofoniche e televisive su temi scientifici. Tra i suoi libri tradotti in Italia, il più conosciuto è sicuramente La fisica del diavolo. Maxwell, Schrödinger, Einstein e i paradossi del mondo, pubblicato nel 2012 da Bollati Boringhieri.

Johnjoe McFadden è nato a Donegal, Irlanda, nel 1956; è professore di Genetica molecolare all’Università del Surrey. Scrive per il Guardian e ha pubblicato, tra l’altro, il volume Quantum Evolution. The New Science of Life – Evoluzione Quantistica. Le nuove scienze della vita.

Leave a Reply