Scienza e divulgazione: premio Galileo 2016, a Piero Angela la cittadinanza onoraria

piero angelaIl popolare scrittore e divulgatore ha ottenuto il riconoscimento dalla città di Padova, con la ragione del suo “contributo di eccellenza dato alla divulgazione scientifica, attraverso i risultati raggiunti in qualità di giornalista, scrittore e conduttore televisivo, antesignano di formule di comunicazione particolarmente innovative”. La cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a Piero Angela ha avuto luogo venerdì 6 maggio 2016 a Palazzo della Ragione, e ha ufficialmente inaugurato la decima edizione del Premio Letterario Galileo.

Dedicato al grande scienziato toscano Galileo Galilei, il riconoscimento viene conferito ad autori di opere che abbiano l’obiettivo di far conoscere e divulgare la scienza. La giuria del premio, presieduta dallo psichiatra e scrittore Paolo Crepet, ha nominato vincitore di questa edizione 2016 l’ingegnere e ricercatore Paolo Gallina, professore associato di Robotica all’università di Trieste, con il libro L’anima delle macchine. Tecnodestino, dipendenza tecnologica e uomo virtuale, pubblicato da edizioni Dedalo. Dopo la cerimonia, alle ore 21.00, Piero Angela ha tenuto la conferenza divulgativa A cosa serve la scienza ?

Gli altri finalisti in gara, selezionati tra tutti i partecipanti, erano il matematico e storico della scienza e della matematica Umberto Bottazzini con il volume Numeri. Raccontare la matematica, edito da Il Mulino. Il chimico Dario Bressanini e la neuroscienziata Beatrice Mautino, autori di Contro Natura. Dagli OGM al bio, falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo in tavola, pubblicato da Rizzoli Editore. Till Roenneberg, professore di cronobiologia all’Istituto di Psciologia Medica della Ludwig – Maximilian University – LMU di Monaco, Germania, con il libro Che ora fai? Vita quotidiana, cronotipi e jet lag sociale, pubblicato da Dedalo Edizioni. La fisica Lucia Votano, prima donna ad essere nominata direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha partecipato invece con il libro Il fantasma dell’Universo. Che cos’è il neutrino, edito da Carrocci Editore e Città della scienza.

Immagine: Wikipedia

Leave a Reply