Il CNR, da Volterra al futuro della scienza italiana

vito volterraGiovedì 15 dicembre 2016 l’Accademia nazionale dei Lincei organizza a Roma, nell’ambito delle Conferenze Lincee, la conferenza Vito Volterra dal titolo La complementarietà delle scienze per il progresso: passato e futuro del CNR. A partire dalle ore 18.00, il socio linceo Massimo Inguscio, fisico e attualmente presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, racconterà la storia, il presente e il futuro di questa istituzione, originariamente nata come Ufficio Invenzioni e Ricerche nel 1917 per volere di Vito Volterra, che la presiederà, dopo averla trasformata pochi anni dopo nel CNR, fino al 1927.

Nato ad Ancona nel 1860 e morto a Roma nel 1940, Volterra è stato un fisico e un importante matematico, molto noto a livello internazionale; si è occupato soprattutto di sviluppo dell’analisi funzionale e della teoria delle equazioni integrali, e di ricerche particolarmente innovative per quel periodo, sulla applicazione della matematica alle scienze biologiche e sociali. Dal 1907 al 1919 è stato Presidente della Facoltà di Scienze dell’Università di Roma.

Le Conferenze Lincee si svolgono il secondo giovedì del mese; sono dedicate “ad un Linceo scomparso, italiano o straniero, nel desiderio di mantenere viva e tramandare anche ai più giovani la memoria di quegli studiosi che hanno saputo estendere i confini delle conoscenze scientifiche ed umanistiche nel costante desiderio di continuare ad apprendere, nel solco dell’esortazione impartitaci dal Presidente Luigi Einaudi, uno dei rifondatori dell’Accademia e convinto sostenitore della filosofia lincea”.

Leave a Reply