La plastica è un problema da risolvere

Quanti materiali plastici abbiamo prodotto ad oggi, quanti ne ricicliamo realmente, quanto inquinano l’ambiente, in particolare mari e oceani, e come possiamo smaltirli per evitare che danneggino irreversibilmente il mondo in cui viviamo ? Ne parla un articolo sulla rivista scientifica Science Advances, pubblicato il 19 luglio 2016: Production, use, and fate of all plastics ever made – Produzione, uso, e il destino di tutte le plastiche mai prodotte.

Lo studio, che presenta la prima analisi globale e completa ad oggi definita su tutti i materiali plastici prodotti in serie, è stato realizzato da Roland Geyer, ricercatore della Bren School of Environmental Science and Management, dell’Università della California, Santa Barbara, Stati Uniti; Jenna R. Jambeck, del College of Engineering, Università della Georgia; Kara Lavender della Law Sea Education Association di Woods Hole, Massachussets.

La  plastica, tra resine polimeriche, fibre sintetiche e additivi, supera purtroppo la quantità della maggior parte degli altri materiali artificiali, e inquina in modo peggiore di tanti altri materiali, molto più facilmente riciclabili, o che non rischiano ad esempio di essere ingeriti da animali marini, con conseguenti danni per la loro vita e la loro salute, e per la salute degli esseri umani che utilizzano il pesce come cibo.

La ricerca stima che siano circa 8.300 milioni le tonnellate di materiali plastici prodotti finora.  Dal 2015, “sono stati prodotti circa 6300 tonnellate di rifiuti di plastica, dei quali  è stato riciclato solo il 9 per cento circa, mentre il 12 per cento è stato incenerito, e il 79 per cento è stata accumulata in discarica o nell’ambiente naturale”. Continuando in questo modo, senza correttivi nello smaltimento dei rifiuti plastici, “entro il 2050 in natura o nell’ambiente vi saranno circa 12.000 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica”.

Leave a Reply