Scienza: alcune notizie della settimana

nature communications brain observational learningRiprendiamo una consuetudine che avevamo qualche tempo fa, parlando brevemente di alcune delle principali novità, approfondendole successivamente quando di particolare interesse. Tra le prime notizie, di interesse certamente la ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer Disease, sviluppata confrontando immagini cerebrali di uomini e donne, realizzate tramite la tecnica di tomografia SPECT, ad emissione di singolo fotone.

Ne è emerso che il cervello delle donne è maggiormente attivo di quello degli uomini, e che le donne sono dotate di maggior empatia e intelligenza emotiva, e di maggior autocontrollo. Altro interessante studio, approfondito in settimana da Paolo Centofanti, direttore SRM, mostra invece come anche tra gli atei persista uno stereotipo per cui chi compie azioni estremamente immorali, come stragi, omicidi seriali, etc., è più probabile che sia ateo, anziché un credente o comunque una persona con una qualche forma di religiosità.

Altro stereotipo, per usare una espressione inadeguata e da spiegare, è la mortalità causata nel mondo dall’obesità. Sarebbero molto più pericolosi invece la solitudine e l’isolamento sociale, e la pericolosità aumenterebbe al crescere dell’età in cui si va in pensione. Se siete obesi, soli e isolati … lasciamo a voi trarre le conclusioni.

Possiamo poi parlare della notizia che sta girando per cui il satellite cinese Tiangong 1 precipiterà senza controllo, con rischi di gravi danni alle persone sulla Terra, ma accadrà presumibilmente nel 2018, e le probabilità che precipiti in zone abitate sono a dir poco minime, come accade normalmente per asteroidi o per altri satelliti.

Notizia autentica e drammatica, invece, è il terremoto verificatosi ieri in Cina, nella provincia del Sichuan, con una magnitudo tra 6.3 e 6.6. Il sisma avrebbe già provocato un centinaio di morti. Si spera non sia stato ugualmente devastante come quello verificatosi nella stessa zona nel 2008, che causò purtroppo più di 85mila morti.

Parlando invece di astronomia, la sera di lunedì 7 agosto 2017 l’eclissi lunare parziale è stata visibile in gran parte del nostro paese, soprattutto al sud, e dell’Europa. Non vi saranno altri eventi astronomici simili quest’anno, a parte l’eclissi solare parziale del 21 agosto, che sarà però visibile solo negli Stati Uniti.  La prossima eclissi lunare totale che potremo osservare in Europa sarà invece nella notte tra il 27 e il 28 luglio 2018. Immagine: cortesia Nature.

Leave a Reply