Sentenza Almaviva, il commento di Stefano Conti, UGL

Il Segretario Generale della sigla sindacale considera ovviamente positiva “La sentenza del Tribunale di Roma sulla reintegra dei 153 lavoratori di Almaviva“, per due ragioni. Il dispositivo prevede il reintegro dei dipendenti e stabilisce un importante precedente giurisprudenziale per i lavoratori Almaviva e per altri lavoratori in situazioni drammaticamente analoghe. Smentisce inoltre alcune illazioni sugli effetti delle scelte effettuate unitariamente da UGL e dagli altri sindacati in questa vertenza. Per Stefano Conti questa sentenza infatti “riafferma un principio” certo e “inequivocabile: i licenziamenti avvenuti sul sito di Roma non sono attribuibili a una fantomatica volontà sindacale di penalizzare i lavoratori,[…]

Read more

Sentenza di reintegro per 153 lavoratori Almaviva

L’azienda ha già annunciato che reintegrerà i dipendenti, però non prevede di farlo sulla sede di Roma. La decisione del Giudice del Tribunale del Lavoro di Roma, di cui beneficerà un primo gruppo di 153 persone, “condanna la società a reintegrare gli stessi lavoratori e a corrispondere loro, a titolo di risarcimento danni” una indennità corrispondente agli stipendi maturati dal giorno del licenziamento fino alla avvenuta reintegra, oltre agli interessi legali. Questa come accennavamo è la prima Sentenza riguardante i lavoratori coinvolti nella procedura riorganizzativa di Almaviva Contact. Il 15 dicembre dovrebbe arrivare un’altra sentenza, relativa al ricorso presentato da[…]

Read more
Accademia Nazionale dei Lincei Palazzo Corsini

Lincei: eventi di novembre, tra mondo Islamico e fisica quantistica

Venerdì 3 novembre 2017 si è svolta a Roma la conferenza della professoressa Sabine Schmidtke dell’Institute for Advanced Studies, Università di Princeton, sul tema Conferenza Intellectual History of the Islamicate World beyond Denominational Borders: Challenges and Perspectives for a Comprehensive Approach. Dopo l’evento, promosso dall’Accademia Nazionale dei Lincei, è stato presentato ufficialmente il progetto internazionale Zaydi Manuscript Tradition. Domenica 5 novembre l’Accademia ha invece ospitato le Letture corsiniane: Mario Liverani, con la collaborazione di Valentina Sagaria Rossi, ha tenuto una lettura su Leone Caetani in viaggio tra Oriente e Occidente. Subito dopo è stato possibile ai partecipanti visitare la Biblioteca, dove sono[…]

Read more

Terremoti in Iran e Iraq: oltre 200 morti e 1700 feriti. Sisma anche in Costa Rica

Il terremoto – con epicentro a 32 chilometri da Halabjah, nel Kurdistan iracheno, fonte United States Geological Survey – ha avuto nel nord Iraq una magnitudo 7.2 della scala Richter. Ha colpito alle 21.30 ora locale, coinvolgendo anche Baghdad, la capitale, e estendendosi fino a 300 chilometri dall’epicentro. Solamente in Iran le vittime sarebbero più di duecento, e i feriti più di 1.700. La scossa è stata avvertita fino in Israele, Turchia, Libano, Kuwait, Dubai. Poche ore dopo un sisma di magnitudo 6.7 ha colpito anche il Costa Rica, alle 20.28 ora locale, le 3.28 ora italiana della notte di lunedì 13 novembre. L’Istituto[…]

Read more
Papa Francesco

Il Santo Padre: “niente cellulari, la Messa non è uno spettacolo”

Papa Francesco ha iniziato ieri 8 novembre 2017, una nuova serie di catechesi, dedicata all’Eucaristia, “fondamentale” per i cristiani, per “comprendere bene il valore e il significato della Santa Messa, per vivere sempre più pienamente” la propria fede e il proprio “rapporto con Dio”. Ma l’eucaristia è qualcosa di più, ha affermato il Pontefice nella Santa Messa per l’udienza generale del mercoledì: “è un avvenimento meraviglioso nel quale Gesù Cristo, nostra vita”, ragione della nostra fede, “si fa presente”. Partecipare alla celebrazione eucaristica, ha spiegato il Santo Padre, citando una sua precedente omelia nella Casa di Santa Marta, 10 febbraio[…]

Read more

Canada: Julie Payette tra scienza, fede e critiche

Nel dibattito tra scienze e religione, la politica dovrebbe avere un ruolo secondario, per quanto importante, dopo scienziati e teologi, e dovrebbe anche capire ciò che la popolazione vuole, eventualmente guidandola verso ciò che realmente può essere meglio per lei e per la nazione. Anche perché, solitamente, i politici non hanno competenze scientifiche, filosofiche o teologiche. Nella vita politica portano però naturalmente, potremmo dire anche giustamente, la propria visione del mondo e la propria fede, quando ne hanno una, o al contrario il proprio agnosticismo o ateismo. Le situazioni si complicano, anche dal punto di vista mediatico, come avvenuto in[…]

Read more