Il Miracolo e le apparizioni di Fatima, tra scienza e fede

Il Miracolo del sole di Fatima, e le apparizioni della Vergine, si verificarono 101 anni fa

Nell’anno del 160mo anniversario delle apparizioni della Vergine nella grotta di Massabielle, a Lourdes, e della dichiarazione ufficiale del 70mo miracolo del Santuario, ricordiamo anche gli eventi prodigiosi di Fatima. La prima apparizione della Madonna ai tre pastorelli, di cui si è celebrato domenica scorsa l’anniversario, avvenne infatti il 13 maggio del 1917. Le apparizioni continuarono nei mesi successivi, il 13 di ciascun mese, alla presenza dei due fratelli Francisco e Giacinta Marco e della loro cugina Lucia dos Santos. Giacinta, la più piccola, all’epoca aveva 7 anni, Francisco 9 e Lucia 10.

I bambini, raccontarono, si trovavano nella zona di Cova da Iria, quando videro una nube scendere. E mentre la nube si diradava apparve loro una donna, in cui riconobbero la Madonna. Vestita di bianco e con un rosario in mano. Nelle sue apparizioni, la Vergine affidò ai tre pastorelli dei messaggi con delle profezie sul futuro. La fine della prima guerra mondiale, avvenuta dopo poco più di un anno, l’11 novembre del 1918. Il rischio di una seconda guerra mondiale, peggiore della prima, nel caso in cui l’umanità non si fosse convertita e non avesse avuto fede. Il rischio comunista rappresentato dall’Unione Sovietica.

Il Miracolo del Sole

La Vergine annunciò anche un prodigio che si sarebbe verificato il 13 ottobre, giorno della sua ultima apparizione. Sarebbe stata una prova per le persone, le istituzioni, e gli uomini di scienza, che in gran parte stentavano a credere al racconto dei tre pastorelli. Decine di migliaia di persone si affollarono per assistere al miracolo. Molti di loro testimoniarono che l’evento miracoloso si era effettivamente verificato. Quel giorno c’era una fortissima pioggia. Improvvisamente aveva smesso di piovere, il sole era apparso tra le nubi, e aveva cominciato ad ingrandirsi, a pulsare, a cambiare di colore, e a ruotare. E sembrava voler precipitare sulle persone che assistevano.

Il miracolo fu raccontato come tale anche da alcuni giornalisti presenti quel giorno. Da allora ci sono stati vari tentativi di spiegare il fenomeno con la scienza e con la ragione. Per Kevin McClure, le testimonianze sono molto discordanti tra loro. Almeno la metà dei presenti non avrebbe visto il fenomeno, mentre tra quelli che lo testimoniavano non ci sarebbe stata univocità sulle dinamiche di cambiamento del sole. Altre possibili spiegazioni sono state formulate sulla base della scienza meteorologica. Così ad esempio Stuart Campbell, autore di un articolo sul Journal of Meteorology, e Paul Simons, autore di un articolo sul Times del 2005.

Dal loro punto di vista la ragione del fenomeno starebbe semplicemente nella presenza di polveri e pulviscoli nella stratosfera. Che avrebbero distorto l’immagine visibile del sole. Mentre per Joe Nickell il miracolo del sole sarebbe dovuto a due fattori. Uno è il fenomeno conosciuto come parelio, per cui a causa della rifrazione ottica, in certe condizioni atmosferiche, il sole si moltiplica con altre due pseudo immagini speculari. L’altro, fisiologico, è la reazione della retina osservando a lungo il sole o un’altra luce così intensa. Ne deriva una momentanea distorsione nella visione dell’oggetto, che può così sembrare muoversi o cambiare di dimensione. In realtà, anche per Fatima, come per altri luoghi e eventi miracolosi, ad oggi la scienza non sembra aver trovato spiegazioni definitive per confutare la fede.

Leave a Reply