Sindone: il pellegrinaggio dei giovani e le risposte di Borrini e Polidoro

Sindone: giovani pellegrini dalle diocesi di Piemonte e Valle d’Aosta

Ieri, mercoledì 25 luglio 2018,  monsignor Cesare Nosiglia, vescovo di Torino, ha illustrato le iniziative previste per il pellegrinaggio dei giovani. Nosiglia ha tenuto la conferenza stampa con don Roberto Gottardo, della Commissione Sindone, e con don Luca Ramello, Direttore dell’ Ufficio per la Pastorale dei Giovani e dei Ragazzi. Dovrebbero arrivare a Torino, dalle diciassette diocesi di Piemonte e Valle d’Aosta, circa duemila giovani.

I pellegrini la sera del 10 agosto avranno la possibilità di partecipare nella Cattedrale ad una Ostensione speciale del Sacro Telo. Ostensione che lo stesso monsignor Nosiglia ha definito “eccezionale”. Spiegando anche che ad oggi “non c’è nessun’altra ostensione solenne e pubblica in vista”. E che la Sindone “non è oggetto di fede”, però “aiuta la fede”: mostrandoci la Passione, Morte e Resurrezione di Gesù. Questo il link al testo integrale – su Fede e Ragione – dell’intervento di monsignor Cesare Nosiglia.

La risposta di Borrini alle critiche allo studio realizzato con Garlaschelli

Citiamo per oggi solo alcuni estratti della replica di Borrini alle critiche avanzate alla ricerca definita per il Cicap con Garlaschelli. Critiche arrivate tra gli altri da Alfonso Sanchez Hermosilla, Paolo Di Lazzaro, e lo stesso Monsignor Nosiglia ?? Borrini in una intervista a Radio Vaticana spiega ad esempio che “la tecnica” utilizzata “non è innovativa”. Sarebbe invece a suo avviso innovativo “il fatto che la si sia applicata sulla Sindone”.

Parliamo di una tecnica di scienza forense che “è usata da decenni nel mondo investigativo”: la Bpa – Bloodstain Pattern Analysis. Tecnica “utilizzata con successo anche dai Ris di Parma per la prima volta nel caso di Novi Ligure”. Ne parleremo meglio domani su queste pagine, dove continuiamo anche questa settimana a parlare di Sindone, tra fede e scienza.

Cicap: l’intervento di Massimo Polidoro

Polidoro, segretario nazionale del Cicap – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze – replica invece attraverso un video. Dove illustra quelli che ritiene sia “5 motivi per dubitare” dell’autenticità della Sindone. Polidoro cita anche la trasmissione SuperQuark di Piero Angela. E parla di “apparenze”, che come si suol dire molto “spesso ingannano”. Per cui quello che considera un presunto mistero – il Sacro Telo – può a suo avviso essere nulla più che una bufala o una fake news. Confutabile attraverso la scienza e il metodo scientifico. Pure in questo caso riprendiamo il suo intervento in un ulteriore articolo questa settimana.

Leave a Reply