Sindone: Plos One ritira la pubblicazione di uno studio del 2017

Lo studio pubblicato su Plos One era a favore dell’autenticità della Sacro Telo

Plos One ha annunciato la decisione di ritirare l’articolo giovedì 19 luglio 2018, con una dichiarazione ufficiale. Lo abbiamo però saputo solo questa mattina. La ricerca era originariamente apparsa, lo scorso anno, con il titolo Atomic resolution studies detect new biologic evidences on the Turin Shroud. Studi a risoluzione atomica rilevano nuove prove biologiche sulla Sindone di TorinoPlos One parla di “preoccupazioni sul fatto che i dati presentati” nell’articolo “non siano sufficienti per sostenere le conclusioni tratte”. Tali preoccupazioni coinvolgono pure “la provenienza, l’integrità e la disponibilità del materiale utilizzato per lo studio”, che “sono state messe in discussione”. Quindi “alla luce di questi problemi, gli editori di Plos One hanno rivalutato l’articolo pubblicato, in consultazione” con i membri del proprio comitato editoriale.

Queste le affermazioni della ricerca che per Plos One non sono basate su elementi e conclusioni adeguati. “Sulla base delle prove sperimentali dei nostri studi *TEM con risoluzione atomica, l’uomo avvolto nella Sindone di Torino ha sofferto di un forte politrauma”. “La fibra era impregnata di un siero di sangue tipico di un organismo umano che ha subito un forte trauma”. “Su scala nanometrica è codificato uno scenario di grande sofferenza registrato sulle nanoparticelle attaccate alle fibre di lino”.

La dichiarazione integrale di Plos One è consultabile – inglese – sul sito ufficiale della rivista: Retraction – Atomic resolution studies detect new biologic evidences on the Turin Shroud. La traduzione italiana integrale è invece consultabile sul giornale online Fede Ragione Plos One ritira un articolo sulla Sindone del 2017 .

Gli autori della ricerca, tra cui Giulio Fanti, e la loro replica

Gli autori della ricerca erano Elvio Carlino, Istituto Officina dei materiali, Laboratorio tecnologie avanzate superfici e catalisi del Consiglio nazionale delle ricerche, Trieste. Liberato De Caro e Cinzia Giannini, Istituto di cristallografia, CNR – Consiglio nazionale delle ricerche, Bari. Giulio Fanti, dipartimento di Ingegneria civile dell’università di Padova. Gli autori hanno cercato di rispondere alla decisione e valutazione di Plos One con una nota di replica. Pubblicata sullo stesso sito della rivista scientifica da Elvio Carlino, giovedì 26 luglio 2018, 09:45 GMT.

Ne parliamo tra oggi e domani su SRM, riprendendo pure la replica di Matteo Borrini alle critiche avanzate allo studio Cicap sulla Sindone realizzato con Garlaschelli. E l’intervento di Massimo Polidoro segretario nazionale del Cicap – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, in un video su YouTube.

* TEM: Transmission electron microscopy – microscopio elettronico a trasmissione.

Sindone: il pellegrinaggio dei giovani e le risposte di Borrini e Polidoro

Di Lazzaro: l’esperimento sulla Sindone dovrebbe essere integrato

Nosiglia: la Sindone, icona che va vista con neutralità tra fede e scienza

Hermosilla: l’esperimento sulla Sindone non ha sufficiente validità scientifica

Sindone: la scienza ha dimostrato che è un falso ?

Leave a Reply