Nuovo studio Sindone: il parere di Alfonso Sanchez Hermosilla

In questi giorni è apparsa la notizia di un nuovo studio sulla Sindone, realizzato da John P. Jackson e da suoi collaboratori, in risposta agli esperimenti effettuati da Matteo Borrini e Luigi Garlaschelli per il Cicap.

Come noto, Borrini e Garlaschelli sostenevano di aver riprodotto il sanguinamento del corpo avvolto dalla Sindone. E sopra tutto di avere così dimostrato la non autenticità del Sacro Telo. In realtà i due ricercatori non erano però arrivati a conclusioni definitive. L’attuale studio coordinato da Jackson vorrebbe essere una confutazione sperimentale di tale ricerca. Oltre a Jackson – che dirige il Turin Shroud Center of Colorado – vi hanno lavorato la moglie Rebecca S. Jackson – direttore associato – Kim M. Look e Keith E. Propp.

Lo studio, di cui ad oggi è disponibile solo l’abstract, è stato presentato al 71mo annuale Meeting scientifico dell’American Academy of Forensic Sciences. Come avevamo accennato, l’abstract non da sufficienti informazioni per fare valutazioni definitive. Ciò nonostante, per alcuni sarebbe invece abbastanza per affermare l’autenticità della Sindone. Abbiamo chiesto un parere ad uno studioso di scienze forensi e di Sindone: Alfonso Sanchez Hermosilla.

Medico forense, Hermosilla è a Capo della Sezione di Istopatologia Forense dell’Istituto di Medicina Legale della Murcia. Dirige inoltre l’Edices, Gruppo di Investigazione del Centro Spagnolo di Sindonologia – Equipo de Investigación del Centro Español de Sindonología. Pubblichiamo questa intervista che Hermosilla ci ha rilasciato questa settimana, commentando la ricerca di Jackson e le poche informazioni al momento disponibili.

L’abstract dello studio di Jackson e dei suoi collaboratori è stato pubblicato in questi giorni al 71mo Meeting scientifico annuale dell’American Academy of Forensic Sciences. Come valuta scientificamente questo nuovo studio ? A mio parere si tratta di un interessante contributo. Anche l’ambito in cui è stato presentato questo studio è il più appropriato. Coloro che hanno assistito alla presentazione, hanno infatti il background scientifico necessario per capire, e, se necessario, discutere il contenuto dei test effettuati.

Quali pensa siano i possibili punti di forza e di debolezza della ricerca ? Contribuisce in qualche modo a darci nuove informazioni sull’eventuale autenticità della Sindone ? Le informazioni disponibili al momento sono solo le conclusioni. Non si specifica ad esempio quale fluido sia stato usato, o in che modo sia stato rilasciato, per cercare di capire il comportamento del fluido e la morfologia dei rivoli di liquido prodotti. Si specifica che sono state utilizzate varie persone volontarie di sesso maschile e con caratteristiche antropometriche simili a quelle dell’Uomo della Sindone. Suppongo inoltre che non siano stati crocifissi realmente, perché lo vietano l’etica, le norme morali e la Legge, anche se erano dei volontari. Questo limita notevolmente i risultati. La verità però è che ad oggi non è possibile riprodurre tutte le condizioni reali. Non è possibile ad esempio torturare un essere umano. Nè flagellarlo come facevano gli antichi Romani, o crocifiggerlo con dei chiodi. Quando sarà disponibile la pubblicazione completa, saremo in grado di vedere quanto le condizioni dell’esperimento sono state simili alle condizioni reali. Più saranno simili, più saranno determinanti i risultati. Al momento possiamo solo aspettare, prima di esprimere un’opinione. Senza dubbio è un altro elemento da aggiungere alla già lunga lista di dati a favore della sua autenticità.

Lo studio è scientificamente omologabile a quello di Borrini e Garlaschelli o ci sono significative differenze metodologiche ? Secondo le informazioni disponibili, sembra che la metodologia seguita da Jackson apporti modifiche  significative rispetto allo studio di Borrini e Garlaschelli. La loro ricerca invece, come già discusso nelle sedi appropriate, mancava del minimo rigore scientifico. Invece con questo nuovo studio la metodologia è stata nettamente migliorata, dal momento che la precedente era invece molto, molto lontana dalle condizioni reali in cui l’Uomo della Sindone è stato torturato e crocifisso.

Pensa che sarà possibile avere più informazioni su questa indagine ? Sono sicuro che a tempo debito, saremo in grado di avere la pubblicazione completa, ma dobbiamo attendere la sua pubblicazione. Questo è ciò che solitamente accade in campo scientifico.

Come avrebbero potuto Jackson e i suoi collaboratori diversificare ulteriormente l’esperimento e la metodologia ? Senza l’accesso alla pubblicazione completa non è possibile rispondere a questa domanda in modo soddisfacente, dal momento che i dettagli dell’esperimento e la metodologia sono stati menzionati solo molto superficialmente. Non abbiamo quindi abbastanza informazioni per fare una valutazione completa.

Quali pensa che dovrebbero essere le linee guida per la ricerca sulla Sindone ? Soprattutto, buon senso, e non affrettarsi a pubblicare ipotesi, o risultati di ricerche o esperimenti che non sono stati sufficientemente controverificati, né sono stati convalidati dalla comunità scientifica. In realtà, credo che dovrebbero essere utilizzate le stesse linee guida seguite per la ricerca in qualsiasi campo scientifico. Un differente tipo di comportamento, sebbene i risultati siano spesso validi e accurati, ridurrebbe in grande misura la credibilità delle ricerche.

A questo link è possibile trovare un dossier completo sul precedente studio di Borrini e Garlaschelli per il Cicap, con valutazioni e critiche di alcuni esperti del settore sindonologico.

Scienza e fede: un nuovo studio conferma l’autenticità della Sindone ?

 

Leave a Reply