Olimpiadi di fisica, nel nome di Leonardo da Vinci

L’edizione italiana delle Olimpiadi di fisica 2019 ha celebrato il 500mo anniversario della morte di Leonardo da Vinci e la risoluzione della 26ma Conferenza Generale di Pesi e Misure, svoltasi a Parigi lo scorso anno.

100 gli studenti arrivati da tutta Italia al Liceo Scientifico Medi di Senigallia per sfidarsi dal 10 al 13 aprile su temi teorici e sperimentali. Il primo titolo, … dedicato a Leonardo, ha naturalmente voluto celebrare il grande e multiforme genio toscano,  maestro nella scienza come nella tecnologia, e l’arte. Gli altri titoli su cui ragazze e ragazzi hanno gareggiato sono stati invece Effetti Joule e Peltier. Il chilogrammo di Planck. Là, dove finisce il solenoide. Luce dal ghiaccio: un alone per il Sole.

Dieci i vincitori delle Olimpiadi 2019, organizzate come di consueto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Miur, in collaborazione con l’Associazione per l’Insegnamento della Fisica – Aif. Gli studenti potranno partecipare al seminario formativo Ad un passo dalle IPhO, che si svolgerà a maggio allo ICTP – Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam – Trieste. Dal seminario, in una ulteriore selezione, usciranno cinque studenti che potranno partecipare alla gara internazionale, le Olimpiadi Internazionali della fisica, previste a Tel Aviv, Israele, dal 7 al 15 luglio.

Altri cinque studenti potranno invece partecipare alle Olimpiadi Europee della fisica, che si svolgeranno dal dal 31 maggio al 4 giugno a Riga, Lettonia. Queste iniziative non hanno come obiettivo solo la competizione tra studenti appassionati delle scienze fisiche. L’obiettivo primario è infatti sensibilizzare i giovani, i loro genitori e gli insegnanti allo studio di questa disciplina scientifica. E offrire agli studenti opportunità per approfondire questioni di particolare interesse di studio o personale, e per confrontarsi con altri coetanei e docenti provenienti da altre città e da altre nazioni. In Italia nel 2019 sono stati circa 50.000 i giovani partecipanti, e 850 gli istituti superiori coinvolti su tutto il territorio nazionale.

Leave a Reply