L’immagine Nasa: Marte, il cratere Danielson

L’immagine scelta giovedì 19 settembre 2019 dalla Nasa è quella del cratere Danielson su Marte, e dei suoi strati di roccia sedimentaria e sabbia.

Gli strati sedimentari, depositatisi in centinaia di miliardi di anni, ci raccontano la storia geologica e climatica del pianeta Marte. La roccia “si è formata milioni o miliardi di anni fa quando sedimenti sciolti si sono depositati nel cratere, uno strato alla volta, e sono stati successivamente cementati sul posto”. Mentre “le variazioni cicliche delle proprietà dei sedimenti hanno reso alcuni strati più resistenti all’erosione di altri. Dopo eoni, questi strati più duri sporgono verso l’esterno come i gradini delle scale”, così come oggi li vediamo.

L’immagine è una parte di coppie di fotografie parallele, realizzate per misurare in modo preciso gli spessori degli stati sedimentari. La foto è stata elaborata per aumentare il contrasto tra gli stati di roccia sedimentaria e la sabbia sparsa dai venti, che qui appare più scura, e con un colore più simile al blu che al colore rosso reale. Il cratere Danielson, spiega il sito dell’Agenzia Spaziale Americana, è un cratere da impatto situato nella regione sud occidentale dell’Arabia Terra, una formazione geologica sulla superficie di Marte.

Il cratere Danielson ha un diametro di poco più di 42 miglia, equivalenti a circa 68 chilometri nel nostro sistema metrico decimale. La mappa utilizzata è in una scala di 50 centimetri – 19,7 pollici per pixel. Mentre la scala dell’immagine originale è di 22,5 pollici – 57,2 centimetri per pixel. Il nord si trova  in alto. Immagine: credits NASA / JPL Caltech / Università dell’Arizona.

Leave a Reply