L’evoluzione dei batteri in laboratorio. Un pugno negli occhi per gli antievoluzionisti ?

di Mihael Georgiev da Origini, www.origini.info Il quotidiano La Repubblica ha dedicato una pagina intera all’esperimento diretto da Richard Lenski che dimostrerebbe l’evoluzione in laboratorio. La pagina, pubblicata l’11 ottobre 2008 e firmata da Piergiorgio Odifreddi, prende spunto dai risultati dell’esperimento e dalla successiva polemica online fra Lenski e Conservapedia (www.conservapedia.com), un sito-enciclopedia sul modello di Wikipedia, ma di orientamento conservatore. I fatti riportati sono affidabili, ma lo è meno l’interpretazione che se ne dà. L’esperimento Nel 1988 Richard Lenski ha iniziato 12 colture di un ceppo di Escherichia coli (i colibatteri che vivono nell’intestino umano), osservandoli generazione dopo generazione[…]

Read more

Perché alla matematica sfugge il divino

da Avvenire,  11 Dicembre 2008 Perché alla matematica sfugge il divino di Luigi Dell’Aglio Questa intervista ad Antonio Ambrosetti apre un ciclo di colloqui dedicato ai rapporti tra la matematica (e i matematici) e la fede, che sfatano la fallace equazione che identifica scienze esatte con ateismo. «Sulla parete del mio studio campeggia il Crocifisso. La giornalista, che è di fronte a me, lo osserva. Poi, meravigliata, mi fa: “Professore, è credente?”. “Sì”, rispondo io, con naturalezza. E lei: “Ma come fa uno scienziato – anzi un matematico – a credere in Dio?”. E sottolinea la parola “matematico”, scandendo le[…]

Read more

Il Cardinale Tarcisio Bertone: dopo la rivoluzione scientifica, è necessaria una rivoluzione etica e culturale

Intervenendo al Convegno organizzato da Finmeccanica (v. notizia precedente) il Segretario di Stato Vaticano, card. Tarcisio Bertone ha esortato “a valorizzare appieno queste ricorrenze, per allargare la comune riflessione sui sorprendenti sviluppi della scienza contemporanea” non solamente considerando i “progressi scientifici e tecnici in senso stretto”, ma anche “l’apporto della riflessione filosofica e dall’attenzione ai risvolti e alle implicanze etico-morali, religiose, politiche e sociali che la ricerca comporta”. Una esigenza “sempre più avvertita nella nostra epoca, date le enormi potenzialità che la tecnica offre agli scienziati”,  e considerando anche le “enormi capacità degli strumenti della comunicazione che permettono di raggiungere[…]

Read more

La verità non richiede salti di frontiera

da L’Osservatore Romano, 26 novembre 2008 La verità non richiede salti di frontiera Nel dialogo fra scienza e teologia “La  scienza 400 anni dopo Galileo Galilei. Il valore e la complessità etica della ricerca tecno-scientifica contemporanea” è il titolo del convegno – organizzato dalla Finmeccanica in occasione del 60 ° anniversario della sua fondazione – che si svolgerà mercoledì 26 novembre presso il complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia. Anticipiamo l’intervento del presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. di Gianfranco Ravasi Tanti sono i sentieri che intercorrono tra le due cittadelle, non opposte ma distinte, della scienza e della[…]

Read more

Quando gli scienziati cercavano Adamo ed Eva

di Mihael Georgiev da Origini, www.origini.info Alcuni lettori ci chiedono come conciliamo la cronologia biblica con la scoperta che la prima donna, dalla quale tutti discendiamo, sarebbe vissuta 150 000 anni fa. La storia della scoperta scientifica della discendenza da una sola donna vissuta 150mila anni fa è iniziata il 1 gennaio 1987, quando sulla rivista Nature è comparso un articolo dove gli autori annunciavano che in base alla loro ricerca gli uomini moderni discendono da una unica donna, vissuta in Africa circa 200mila anni fa. (Cann, RL., Stoneking, M., Wilson, AC., Mitochondrial DNA and Human Evolution, Nature1987;325:31-36, 1 gennaio).[…]

Read more

Il gesuita che inventò l’astrofisica

da L’Osservatore Romano, 21  novembre 2008 Il gesuita che inventò l’astrofisica Padre Angelo Secchi e il primo meridiano d’Italia di Tullio Aebischer Roma è un tesoro di arte e custodisce vestigia antichissime, ma meno conosciuto è l’aspetto di città dedita alla scienza, e in particolare astronomica e geodetica. Sin dal XVII secolo sui palazzi delle famiglie nobili e sui conventi c’erano luoghi di osservazione del cielo, le specole. Uno di questi, la Torre dei Venti, si trova ancora oggi sui Palazzi Apostolici e fu resa famosa dalle prime discussioni sulla riforma del calendario di Papa Gregorio XIII. In questa attività[…]

Read more