nobel prize physics 2015 super kamiokande

A Kajita e McDonald il Nobel per la Fisica 2015

Il fisico giapponese Takaaki Kajita e il suo collega canadese Arthur McDonald sono i due scienziati insigniti congiuntamente del Nobel per la Fisica 2015 dall’Accademia Reale Svedese delle Scienze. La motivazione, è la loro “scoperta delle oscillazioni dei neutrini, che dimostra che i neutrini hanno massa”. Una scoperta che ha una valenza storica e fondamentale nello studio della fisica delle particelle e della materia. Nato il 9 marzo del 1959 a Higashimatsuyama, ricercatore dell’Università di Tokyo, Kashiwa, Kajita lavora all’osservatorio di neutrini Super-Kamiokande, o Super K, situato in una miniera presso la città di Hida, in Giappone. Qui si effettuano studi[…]

Read more
volto sindone

Sindone: nuovi studi, però non sono conclusivi

Recentemente sono stati pubblicati i risultati di un interessante studio sulla Sindone realizzato congiuntamente da scienziati dell’Università di Padova e dell’Università di Perugia. Una ricerca che da alcune fonti media è stata presentata in questi giorni come apparentemente conclusiva, e dimostrativa di alcune caratteristiche biochimiche del Sacro Telo, oltre che del suo percorso storico. Per alcuni confermerebbe anche l’origine medioevale della Sindone, negandone quindi l’autenticità. Come spiega la nota ufficiale che presenta lo studio sono state ad esempio identificate “varie specie vegetali e numerose famiglie tassonomiche identificate”, il che induce a pensare “che molte delle contaminazioni ambientali della Sindone potrebbero[…]

Read more
nobel prize 2015 chemistry

Nobel: i premi 2015 per la Chimica

Il Premio Nobel per la Chimica 2015 è stato assegnato congiuntamente dall’Accademia Reale Svedese delle Scienze a Tomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar per i loro “studi sui meccanismi di riparazione del DNA”. A livello molecolare, tali meccanismi, consentono di recuperare i danni a cui è sottoposto ogni giorno il nostro genoma, a causa ad esempio di “radiazioni UV, radicali liberi e altre sostanze cancerogene”, oltre che per una sua intrinseca instabilità. Tomas Lindahl lavora al Francis Crick Institute e al Clare Hall Laboratory, ad Hertfordshire, Gran Bretagna. Paul Modrich svolge la propria attività di ricerca all’Howard Hughes Medical Institute[…]

Read more
alfonso sanchez hermosilla

Hermosilla: Le concordanze tra la Sindone di Torino e il Sudario di Oviedo

Sono notevoli le analogie e le convergenze dal punto di vista forense tra la Sindone di Torino e il sudario di Oviedo. Ad esempio una recente ricerca (vedi SRM) dell’Università Cattolica di Murcia – UCAM, coordinata da Alfonso Sanchez Hermosilla, ha mostrato anche come su entrambi i teli sia presente lo stesso tipo di polline, l’Elicriso Sp, individuato da Marzia Boi, botanica del Dipartimento di Biologia dell’Università delle Isole Baleari. Di tali convergenze, che sembra riduttivo e poco probabile definire semplici coincidenze, lo scorso 7 ottobre 2015 ha parlato in un incontro a Cartagena, in Spagna, proprio Hermosilla, capo della[…]

Read more
nature human genome project

Nature: i 25 anni del Progetto Genoma Umano

La rivista scientifica Nature celebra i 25 anni del Progetto Genoma Umano – Human Genome Project HGP, avviato nel 1990, dall’allora nuovo Centro Nazionale statunitense per la ricerca sul Genoma Umano, che presto avrebbe avuto collaborazioni di altri istituti a livello internazionale. L’articolo, Human Genome Project: Twenty-five years of big biology, è firmato da Eric D. Green, James Dewey Watson e Francis S. Collins, che hanno diretto il Centro e portato il Progetto a svilupparsi, realizzando, come spiegano loro stessi, alla realizzazione di “una delle storicamente più importanti imprese scientifiche: una ricerca di 13 anni per sequenziare tutte le tre miliardi di[…]

Read more