Scienza e fede: La natura della realtà materiale a livello quantistico

Pubblichiamo l’abstract della conferenza La natura della realtà materiale a livello quantistico, che si svolgerà a Roma martedì 12 novembre 2019. Offerta dal professor Matteo Siccardi, docente di Matematica e Fisica, la conferenza è parte delle attività del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Abstract: La natura della realtà materiale a livello quantistico: la luna splende se nessuno la guarda ? Nell’aprile del 1900, rivolgendosi all’associazione britannica per l’avanzamento delle scienze, in quella che probabilmente è una citazione apocrifa, il noto fisico britannico Lord Kelvin – William Thomson – affermò: “Non c’è più niente di nuovo da[…]

Read more

Studenti delle scuole superiori ai laboratori del Gran Sasso per studiare i raggi cosmici

International Cosmic Day: 70 studenti delle superiori alla scoperta dei raggi cosmici ai laboratori sotterranei del Gran Sasso. Nella giornata di mercoledì 6 novembre 2019, settanta studenti delle scuole secondarie di II° grado abruzzesi hanno partecipato all’International Cosmic Day. Studenti e docenti sono arrivati ai Laboratori del Gran Sasso da nove scuole, delle provincie di L’Aquila, Teramo e Pescara. Nella sala Fermi dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso – LNGS hanno potuto incontrare i fisici dell’INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, del GSSI Gran Sasso Science Institute, e dell’Università dell’Aquila. Qui la mattina hanno partecipato ad alcuni seminari e grazie[…]

Read more

Svizzera: premi Balzan 2019

Nel mese di settembre sono stati assegnati i Premi Balzan per l’anno 2019. Ad annunciarli nella città di Milano il presidente del Comitato generale Premi della Fondazione Balzan, Luciano Maiani, e il presidente della Fondazione Balzan Premio Enrico Decleva. Il riconoscimento è stato Istituito nel 1956 dalla Fondazione internazionale Premio Balzan, che ha sede a Lugano, Svizzera. Ha un valore complessivo di 750mila franchi svizzeri, pari ad oggi a circa 680mila euro. Metà della cifra è destinata a finanziare progetti di ricerca. Il premio ricorda e onora la figura di Eugenio Balzan, giornalista e imprenditore, morto nella città di Lugano[…]

Read more

Fatima, un miracolo che interroga fede e scienza

“Maria, Vergine di Fatima, siamo certi che ognuno di noi è prezioso ai tuoi occhi e che nulla ti è estraneo di tutto ciò che abita nei nostri cuori. Custodisci la nostra vita fra le tue braccia, guida tutti noi nel cammino della santità”. Questo il tweet di Papa Francesco lo scorso 13 maggio, giorno in cui la Chiesa Cattolica celebra la Beata Vergine Maria di Fatima. Oggi, domenica 13 ottobre, si celebra quel lontano 13 ottobre del 1917, in cui migliaia di persone furono testimoni di un evento prodigioso, presso la cittadina portoghese di Fatima. Tra loro anche molti[…]

Read more

Verna, le nuove tecnologie rendono urgente una riforma dell’ordine dei giornalisti

Per Carlo Verna la riforma dell’ordine dei giornalisti è oggi particolarmente urgente, a causa del cambiamento delle modalità di accesso alla professione, del modo in cui le nuove tecnologie hanno cambiato l’editoria e i modi di fare giornalismo. “Oggi – afferma Carlo Verna, presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine di Giornalisti – non esistono più le botteghe o le grandi navi scuola dove si imparava il mestiere. L’avvento delle nuove tecnologie e dei social media porta la necessità di una profonda rivisitazione dell’assetto dell’Ordine dei Giornalisti e invitiamo il governo e il Parlamento a prendere in considerazione le proposte elaborate dal[…]

Read more

Video: spazio, la scienza che ci rende possibile scoprire esopianeti

Questo video di dodici minuti – visibile anche in questo articolo – spiega in che modo astronomi e astrofisici riescono ad individuare esopianeti, ovvero pianeti al di fuori del nostro sistema solare. Il filmato è pubblicato in formato HD sul canale YouTube Space and the universe – Spazio e universo. Il video è una sorta di viaggio virtuali attraverso il nostro sistema solare, e la nostra galassia, la Via Lattea. Dai cui confini si sposta verso il mistero dello spazio ignoto. Sono inoltre descritte le missioni spaziali che ad oggi  ci stanno dando una maggiore conoscenza e consapevolezza del cosmo.[…]

Read more

Osservare il lancio della Soyuz dal cielo

La spettacolare immagine pubblicata lunedì dalla Nasa mostra il lancio di un’astronave Soyuz, ripreso dalla ISS – International Space Station. La fotografia è stata scattata mercoledì 25 settembre 2019 da Christina Koch, astronauta della Stazione Spaziale Internazionale. La Kock è parte dell’equipaggio della Expedition 60, decollata il ‎24 giugno 2019, e con un atterraggio programmato per oggi, mercoledì 3 ottobre 2019. L’astronave Soyuz MS 15A è decollata dal Kazakistan, e dopo sei ore e quattro orbite attorno alla Terra, ha attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale. A bordo della navicella l’astronauta della Nasa Jessica Meir, il cosmonauta di Roscosmos Oleg Skripochka[…]

Read more
duomo torino cappella guarini

Sindone: una nuova ostensione ufficiale ?

La nuova ostensione ufficiale della Sindone è ipotizzata per 2025, anno in cui si svolgerà il nuovo Giubileo Universale della Chiesa Cattolica. L’evento avrebbe luogo dieci anni dopo la visita di Papa Francesco, il 2 maggio 2015, e l’ultima ostensione solenne, organizzata dal 19 aprile al 25 giugno dello stesso anno. Le precedenti ostensioni si sono svolte nel 1978, 1998, 2000, 2010, e nel 2013 era stata organizzata una sola ostensione televisiva. Al prossimo evento non parteciperà in forma ufficiale l’arcivescovo Cesare Nosiglia, perché terminerà naturalmente il proprio mandato nel 2021. Nella precedente ostensione del 2015, Nosiglia, aveva ricordato il[…]

Read more

Video Nasa: la missione Tess individua il primo buco nero, distruttore di stelle

Il satellite TESS – Transiting Exoplanet Survey Satellite ha permesso di osservare per la prima volta un buco nero mentre disgrega una stella, creando una cosiddetta perturbazione delle maree. Maggiori informazioni per la comprensione scientifica dell’evento sono arrivate dalle osservazioni effettuate dal Neil Gehrels Swift Observatory NASA e da altri strumenti di rilevamento. Thomas Holoien, Carnegie Fellow ai Carnegie Observatories di Pasadena, California, ha spiegato che “i dati ricevuti dalla missione TESS ci consentono di vedere esattamente quando questo evento distruttivo, chiamato ASASSN 19bt, ha iniziato a diventare più luminoso, cosa che non siamo mai stati in grado di fare[…]

Read more