Rivista SRM - Science and Religion in Media
SRM nei Social Networks

Da oggi SRM - Science and Religion in Media è costantemente presente anche nei social networks, con una pagina Facebook dedicata, e uno specifico account Twitter.

Entrambi sono accessibili dal Menu Principale, e saranno oggetto di specifiche campagne di comunicazione crossmedia nei prossimi giorni.

Speriamo cogliate il nostro invito a leggerci anche su questi "nuovi" media e, soprattutto, a commentare le nostre notizie e contenuti, e a segnalarci eventi, notizie e riflessioni.

Paolo Centofanti,
Direttore SRM - Science and Religion in Media

 
Giovanni Caprara è il nuovo presidente dell'Unione giornalisti scientifici italiani

Caprara sostituisce Paola de Paoli, che ha guidato l'UGIS per 26 anni.

Giornalista, Capo Redattore e responsabile della Redazione scientifica del Corriere della Sera, è autore di numerosi libri sulla ricerca spaziale e sulla storia della scienza.
Il più recente Lo Spazio, il quarto ambiente (pubblicato quest'anno con il  Gruppo 24 Ore) è dedicato a Luigi Gerardo Napolitano, pioniere degli studi spaziali.

Leggi tutto...
 
Un rapporto positivo tra scienza e fede

Prima predica di Avvento alla presenza del Papa

da  L'Osservatore Romano, 4 dicembre 2010

Il gufo e la civetta non conoscono il mondo diurno e se un'aquila volesse spiegare loro la bellezza del sole, essi non riuscirebbero a ben comprendere la sua natura. Così lo scienziato ateo quando afferma che Dio non esiste. Giudica un mondo che non conosce, applica le sue leggi a un oggetto che è fuori dalla sua portata. Usa questo paragone padre Raniero Cantalamessa, il cappuccino predicatore della Casa Pontificia, per introdurre il tema della prima predica di Avvento, tenuta alla presenza di Benedetto XVI, questa mattina venerdì 3 dicembre, nella cappella Redemptoris Mater del Palazzo Apostolico.

Leggi tutto...
 
SRM Newsletter n. 154

13 dicembre 2010

Il Natale cristiano antidoto contro lo scientismo

Su questa visione padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia, ha declinato la sua prima predica d’Avvento.

Alla presenza di Papa Benedetto XVI, ha spiegato come il Natale sia “l’antitesi più radicale alla visione scientista”, che vorrebbe porre la religione “nei confini della mera immaginazione”, ma che si mostra come una forma di miopia intellettuale, o come incapacità a vedere ciò si mostra chiaramente, se solo ci si sforza di osservare con occhio limpido e privo di preconcetti e pregiudizi ideologici.

Leggi tutto...
 
L'uomo di fronte al cosmo

Al Pontificio Consiglio della Cultura John Barrow parla delle origini dell'universo

di Fabio Colagrande                    da  L'Osservatore Romano, 11 dicembre 2010

Dopo aver rilanciato il dialogo tra fede e scienza durante il 2009, Anno Internazionale dell'Astronomia, il Pontificio Consiglio della Cultura inaugura quest'anno in Vaticano il progetto delle "Stoq lectures". Una serie di conferenze di alto livello dedicate al rapporto tra la fede, la teologia o la filosofia e le scienze naturali, tenute da studiosi che abbiano una proposta originale in questo campo. È un modo per dare concretezza a una delle piste di dialogo in cui il dicastero presieduto dal cardinale Gianfranco Ravasi è impegnato. Dialogo con l'arte contemporanea, con il mondo della non-credenza - attraverso il "Cortile dei Gentili" - dialogo con le altre culture e, appunto, con la scienza.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 301 302 303 304 305 306 307 308 Succ. > Fine >>

Pagina 306 di 308

Ultime notizie

JoomlaStats Activation

SRM - Science and Religion in Media

Giornale on line iscritto nel registro della stampa del tribunale di Roma, n.100/2011, 4 aprile 2011

Direttore: Paolo Centofanti

ISSN: 2239-4273

Chiarimenti SRM

Paolo Centofanti, nell'ambito dei suoi interessi socio culturali, in qualità di giornalista pubblicista e manager no profit, è attualmente direttore di SRM.
E' quindi opportuno chiarire che, pur lavorando Paolo Centofanti in Sky Italia, il Progetto SRM - Science and Religion in Media non ha alcun legame né relazione con la società, né con suoi dipendenti, dirigenti o collaboratori interni o esterni: è frutto solo dell'attività culturale e della passione del sottoscritto e di coloro i quali vi collaborano a titolo gratuito o con partnership sempre a carattere socio culturale; altri partner sono visibili come riferimenti nel sito del giornale, www.srmedia.infolink, o nella newsletter.
Nel caso in cui doveste riscontrare sul web o altrove articoli, pagine, informazioni o altro che potessero far pensare diversamente, cortesemente segnalate a pcentofanti@gmail.com o direttore@srmedia.org.


Sondaggi