Danilo Mainardi, una vita al servizio della scienza E-mail
Scritto da Redazione SRM   
Giovedì 09 Marzo 2017 08:51

danilo mainardiL'etologo, zoologo e divulgatore è morto mercoledì 8 marzo 2017 a Venezia, all'età di 83 anni. Amico e collaboratore per molti anni di Piero Angela, era uno dei volti ricorrenti dei programmi di Angela, tra cui i più recenti Quark e SuperQuark. Molto noto anche per il suo impegno ecologista come scienziato e come divulgatore scientifico, Mainardi era nato a Casalmorano il 25 novembre 1933. Si era laureato in Scienze Biologiche nel 1956 all'università di Parma, con una tesi in zoologia. Considerato tra i più importanti etologi italia, docente all'università Ca' Foscari di Venezia, era stato anche direttore della Scuola internazionale di etologia del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana di Erice.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative, era stato anche direttore dell'Italian Journal of Zoology. In tv lo ricordiamo anche nel programma Dalla parte degli Animali e nell'Almanacco del Giorno Dopo. Tra i suoi libri più recenti L'uomo, i libri e altri animali. Dialogo tra un etologo e un letterato, del 2013. Noi e loro. 100 piccole storie di animali, 2013. L'uomo e altri animali, del 2015. Il più recente: La città degli animali, del 2016.

 

Ultime notizie

JoomlaStats Activation

SRM - Science and Religion in Media

Giornale on line iscritto nel registro della stampa del tribunale di Roma, n.100/2011, 4 aprile 2011

Direttore: Paolo Centofanti

ISSN: 2239-4273

Chiarimenti SRM

Paolo Centofanti, nell'ambito dei suoi interessi socio culturali, in qualità di giornalista pubblicista e manager no profit, è attualmente direttore di SRM.
E' quindi opportuno chiarire che, pur lavorando Paolo Centofanti in Sky Italia, il Progetto SRM - Science and Religion in Media non ha alcun legame né relazione con la società, né con suoi dipendenti, dirigenti o collaboratori interni o esterni: è frutto solo dell'attività culturale e della passione del sottoscritto e di coloro i quali vi collaborano a titolo gratuito o con partnership sempre a carattere socio culturale; altri partner sono visibili come riferimenti nel sito del giornale, www.srmedia.infolink, o nella newsletter.
Nel caso in cui doveste riscontrare sul web o altrove articoli, pagine, informazioni o altro che potessero far pensare diversamente, cortesemente segnalate a pcentofanti@gmail.com o direttore@srmedia.org.