Conferenza: La Sindone dal punto di vista della medicina legale E-mail
Scritto da Redazione SRM   
Lunedì 03 Aprile 2017 21:58

sindoneLo studio del Sacro Telo da parte della anatomopatologia e della criminologia, aiuta a comprendere meglio le sofferenze, le ferite e la morte dell'uomo della Sindone. Una comprensione che consente ai fedeli una più consapevole riflessione spirituale, e per gli studiosi uno degli strumenti privilegiati per definire le caratteristiche, le coincidenze reciproche, e l'eventuale autenticità del telo della Sindone e del Sudario di Oviedo, entrambi oggetto di un recente studio proprio in queste complesse e delicate aree disciplinari.

Con attenzione a caratteristiche quali il numero, le caratteristiche e le profondità e gravità delle ferite; le conseguenze sul corpo, sugli organi vitali e sull'equilibrio globale dell'organismo; i modi e gli strumenti con cui sono state inferte, la direzione e la forza con cui l'Uomo della Sindone è stato colpito e ferito, e le ragioni anatomiche e mediche che hanno portato alla sua morte. Questioni al centro della conferenza La Sindone dal punto di vista della medicina legale, organizzata mercoledì 5 aprile 2017, a Roma dal Diploma di specializzazione in Studi Sindonici dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

Relatore il professor Alfonso Sánchez Hermosilla, anatomopatologo e direttore del gruppo di ricerca dell'EDICES, Centro spagnolo per Sindonologia. Ricercatore all'Istituto di Medicina Legale dell'UCAM - Università Cattolica di Murcia, Hermosilla, che è anche consulente scientifico del CIS - Centro Internazionale Sindonologia di Torino, esporrà le risultanze degli studi più importanti svolti finora sulla Sindone e sul Sudario di Oviedo, con particolare attenzione anche a quelli più recenti, diversi dei quali realizzati dalla sua equipe proprio per l'UCAM. La conferenza si svolgerà dalle 17.00 alle 18.30 nell'Aula Tesi dell'università, in via degli Aldobrandeschi, 190.

 

Ultime notizie

JoomlaStats Activation

SRM - Science and Religion in Media

Giornale on line iscritto nel registro della stampa del tribunale di Roma, n.100/2011, 4 aprile 2011

Direttore: Paolo Centofanti

ISSN: 2239-4273

Chiarimenti SRM

Paolo Centofanti, nell'ambito dei suoi interessi socio culturali, in qualità di giornalista pubblicista e manager no profit, è attualmente direttore di SRM.
E' quindi opportuno chiarire che, pur lavorando Paolo Centofanti in Sky Italia, il Progetto SRM - Science and Religion in Media non ha alcun legame né relazione con la società, né con suoi dipendenti, dirigenti o collaboratori interni o esterni: è frutto solo dell'attività culturale e della passione del sottoscritto e di coloro i quali vi collaborano a titolo gratuito o con partnership sempre a carattere socio culturale; altri partner sono visibili come riferimenti nel sito del giornale, www.srmedia.infolink, o nella newsletter.
Nel caso in cui doveste riscontrare sul web o altrove articoli, pagine, informazioni o altro che potessero far pensare diversamente, cortesemente segnalate a pcentofanti@gmail.com o direttore@srmedia.org.