Continuità e discontinuita dell’uomo in una visione evolutiva

da  L’Osservatore Romano, 22 agosto 2010 Continuità e discontinuita dell’uomo in una visione evolutiva   Continuità e discontinuità caratterizzano la storia della vita di Fiorenzo Facchini Certamente il concetto di continuità meglio si armonizza con quello di gradualità evolutiva che Darwin considerava essenziale alla evoluzione, giungendo addirittura a dire che se così non fosse la sua teoria non avrebbe senso. L’attenzione sulle discontinuità è stata fortemente richiamata da Gould e Eldredge negli anni ’70 con la teoria degli equilibri punteggiati che sostiene un’alternanza fra periodi di rapida speciazione e periodi di stasi evolutiva. Rapidi cambiamenti ambientali possono rompere certi fronti[…]

Read more

Hawking: Creazione senza Dio ?

La tesi del prof. Stephen Hawking è alla base, sembra, del suo ultimo libro, The Grand Design, che però non abbiamo ancora avuto modo di leggere e recensire. Una tesi che ha suscitato scalpore non solo perchè Hawking era sembrato a volte vicino a ipotesi quantomeno possibiliste sulla non spiegabilità, in termini puramente fisici, dell’universo, dell’essere umano e della realtà, anche biologica che lo circonda, ma sicuramente perchè le affermazioni di uno scienziato autorevole come lui, quando sembra parlare esclusivamente dal proprio punto di vista professionale, non sono mai senza esiti e senza attenzione. E una possibile spiegazione scientifica della[…]

Read more

Gliese 581g: simile alla Terra ?

L’interesse per possibili forme di vita extraterrestre, alla base di progetti di ricerca di segnali di comunicazione provenienti da altre galassie, e di sistemi solari e pianeti adatti ad ospitare esseri viventi, da sempre molto risalto a scoperte astronomiche o radioastronomiche che sembrino confermare, anche lontanamente, la possibilità che gli esseri umani non siano soli nell’universo. Ma la scoperta realizzata dall’Università di California a Santa Cruz e dal Carnegie Institution di Washington, analizzando i dati rilevati dal Keck Observatory delle Hawaii, sembra andare al di la dei risultati ottenuti finora: Gliese 581g, a circa 20 anni luce dalla terra, per[…]

Read more

Mons. Facchini: l’evoluzione, tra continuità e discontinuità

In un articolo sull’Osservatore Romano del 22 agosto, che però siamo riusciti a ripubblicare solo nei giorni scorsi, l’antropologo Fiorenzo Facchini spiega come l’evoluzione della vita sia caratterizzata al tempo stesso da continuità e discontinuità. “Certamente – scrive – il concetto di continuità meglio si armonizza con quello di gradualità evolutiva che Darwin considerava essenziale alla evoluzione, giungendo addirittura a dire che se così non fosse la sua teoria non avrebbe senso”; però “anche le novità genetiche, come quelle dovute a geni regolatori dello sviluppo, possono comportare sensibili cambiamenti evolutivi, espressioni di discontinuità”. Ma anche lo sviluppo della cultura, l’uso[…]

Read more

P. Rafael Pascual: una provocazione intellettuale

Per P. Rafael Pascual L.C., Decano della Facoltà di Filosofia presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma e direttore dell’Istituto di Scienza e Fede, “al di là della retorica” è opportuno “accettare la nuova provocazione di Hawking e anche ringraziarlo per questo, perché come disse Aristotele dobbiamo essere grati non solo a chi dice la verità, ma anche a chi sbaglia, perché ci stimola a cercare con maggiore sforzo la verità”. Resta però la necessità di “attendere la lettura del libro per sapere cosa dice realmente e quali sono le argomentazioni che presenta”, anche se sappiamo in partenza che la[…]

Read more

Astronomia a Santa Maria degli Angeli: 300 anni di precisione

Nuove misure dell’Equinozio alla meridiana di santa Maria degli Angeli: preciso al minuto già da tre secoli Con l’analisi delle foto digitali riprese durante l’equinozio di autunno lo scorso 23 settembre, il prof. Sigismondi (docente alla Sapienza e al Master Scienza e Fede) ha dimostrato che è possibile raggiungere la precisione del minuto sulla determinazione dell’istante dell’equinozio.Un risultato che conferma la bontà e la precisione del metodo messo a punto oltre 300 anni fa da Monsignor Francesco Bianchini (1661-1729) costruttore della grande meridiana di s. Maria degli Angeli a Roma per volere di papa Clemente XI.Come già precedentemente, le nuove[…]

Read more

Se Pallade aiuta gli architetti delle molecole

da L’Osservatore Romano, 8 ottobre 2010 I Nobel per la chimica Se Pallade aiuta gli architetti delle molecole di Maria Maggi Il vero protagonista dei Nobel quest’anno pare essere il carbonio. Se il premio per la fisica era andato agli inventori del grafene, materiale formato da uno strato sottilissimo di atomi di carbonio, quello per la chimica è toccato a Richard Heck, Ei-ichi Negishi e Akira Suzuki per avere sviluppato metodi innovativi per legare gli atomi di carbonio, utilizzando il palladio, in composti molecolari, che hanno avuto applicazioni in medicina, in agricoltura e nell’elettronica. Richard F. Heck, statunitense, nato nel[…]

Read more

Una corsa al ribasso

da  L’Osservatore Romano, 7 ottobre 2010   Il Nobel per la medicina Una corsa al ribasso di Carlo Bellieni L’assegnazione del Nobel per la medicina a Robert Edwards per la fecondazione in vitro (fiv) fa discutere. Pur dando valore al riconoscimento, subito il “New York Times” si è stupito per l’attribuzione del premio a una ricerca di trent’anni fa e il giorno dopo “Le Figaro”, forse non a caso, si è dilungato sull’esclusione negli ultimi anni dal novero dei Nobel di diversi studiosi meritevoli. È un premio che, tra l’altro, suscita interrogativi perché focalizzare sulla fiv il dibattito sulla riproduzione[…]

Read more

Il rapporto tra scienza e religione ? Una pseudo-contrapposizione antistorica

Sono la stessa storia della scienza, e la storia della chiesa e del suo contributo al pensiero intellettuale, a mostrarci come non sia mai esistita una reale antiteticità tra fede e ricerca scientifica, ma una dialettica sempre tendenzialmente armonica. Una dialettica che nel corso dei secoli si è indubbiamente manifestata e sviluppata in modi variabili, dipendenti da fattori storici, sociali o anche politici contingenti, ma che non è mai stata contraddetta né è mai stato possibile negare, a meno di peccare come minimo di poca onestà intellettuale. Questo uno dei punti cruciali della lectio inaugurale del Master in Scienza e[…]

Read more

Attenzione alla Sindone e ai sindonologi

L’inizio ufficiale del nuovo Diploma di Specializzazione in Studi Sindoni, il primo del genere al mondo, è stato un’opportunità non solo per conoscere questo percorso di studi, ma per fare qualche riflessione con P. Gianfranco Berbenni ofmcap, Docente per il corso introduttivo La scienza e la teologia di fronte alla Sindone, e membro del comitato Scientifico. Oltre agli aspetti teologici, di formazione dell’immagine, di documentazione storica e di analisi scientifica, ci ha spiegato P. Berbenni, “è necessario considerare anche gli aspetti legati alle scienze umane, come la psicologia, la sociologia e la comunicazione”, e alle dinamiche culturali e psico-sociali che[…]

Read more