Il CERN e i Laboratori Nazionali di Fisica Nucleare del Gran Sasso confermano: un nuovo neutrino mutato

Durante la 25a Conferenza Internazionale sulla Fisica del Neutrino a Kyoto, in Giappone, Il CERN – European Organization for Nuclear Research, e l’INFN/LNGS, Laboratori Nazionali di Fisica Nucleare del Gran Sasso, hanno ufficialmente annunciato di aver verificato una nuova oscillazione di un neutrino da mu a tau. È la seconda volta che in un fascio di neutrini allo stato mu, lanciato dal CERN a Ginevra, in Svizzera, durante il loro transito tra i rivelatori del Progetto Opera, situato presso i Laboratori del Gran Sasso e appositamente realizzato per analizzare tali mutazioni, uno dei neutrini assume invece uno stato tau. I[…]

Read more

Presentazione del libro La scienza non ha bisogno di Dio

È stato lo stesso autore, il genetista Edoardo Boncinelli, professore presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, a presentare il 10 aprile scorso nel Teatro dell’Opera di Sanremo il suo ultimo libro La scienza non ha bisogno di Dio. Come ha spiegato Boncinelli, introdotto da Ito Ruscigni, il volume vuole entrare nel dibattito sul concetto filosofico e scientifico di vita, e su quali ne siano le sue origini: dovute al caso e ad una evoluzione selettiva, oppure frutto di un progetto superiore ? Link Sanremo.it

Read more
Eccentrico Sigismondi

Galileo, la scienza e la fede

Galileo Galilei fu uno scienziato davvero geniale.Fu il primo a usare un telescopio come strumento di indagine scientifica, potenziando di almeno 20 volte la precisione delle osservazioni ad occhio nudo; altri in Europa avevano osservato già dei corpi celesti, ma Galileo fu il primo a capire che l’astronomia non sarebbe stata più la stessa, e pubblicando il Sidereus Nuncius nel 1610 annunciò al mondo che attorno a Giove giravano 4 stelle, e che quindi la Terra non era l’unico centro possibile di moti orbitali.

Read more

La “Sindone di Giotto”: un “caso mediatico” ?

Luciano Buso, pittore autodidatta e restauratore, si dichiara convinto che la Sindone custodita nel Duomo di Torino sia opera di Giotto, come attesterebbero numerose “firme” identificate dallo stesso Buso su immagini del telo, e utilizzate da Giotto per autenticare le proprie opere e proteggere il proprio lavoro dai falsari. Una tesi ripresa in un suo libro, presentato nello stesso periodo in cui l’artista ha svelato questa sua presunta scoperta.Il Prof. Gian Maria Zaccone, Direttore del Museo della Sindone, ha disconfermato l’ipotesi e la sua scientificità, una notizia apparsa su La Repubblica.

Read more

Gli astronauti dell’ISS a colloquio dallo spazio con Papa Benedetto XVI

È il caso dei giorni scorsi: in un collegamento tra la Stazione Spaziale Internazionale, in orbita attorno alla terra, e la Biblioteca Vaticana, gli astronauti della missione hanno potuto ricevere il saluto di Papa Benedetto XVI e scambiare con lui alcune frasi. “L’umanità – ha affermato il Santo Padre – sta attraversando un periodo di grande progresso scientifico, di applicazioni tecnologiche, e voi siete i rappresentanti di questa tecnologia, di nuove possibilità nel futuro. Ammiro il vostro coraggio, il vostro impegno, per cui vi preparate tutta la vita. Auspico una conclusione positiva della vostra missione”. Papa Benedetto XVI, che ha[…]

Read more

Il caso delle staminali e altro ancora

Incontro con il prof. Paolo Bianco, docente di Anatomia Patologica presso l’Università di Roma La Sapienza; l’evento, parte del programma del Master di I livello in Giornalismo scientifico dell’ateneo, si è svolto l’11 maggio scorso a Roma, introdotto e coordinato dalla giornalista scientifica Letizia Gabaglio, della rivista Galileo. Link MolecularLab

Read more