Nasa: le immagini di ultima Thule

L’agenzia spaziale americana ha pubblicato le foto di ultima Thule, ad oggi il più lontano corpo celeste che sia stato in qualche modo esplorato. Alan Stern, del Southwest Research Institute di Boulder, Colorado, ha affermato in conferenza stampa che “La prima esplorazione di un piccolo oggetto della fascia di Kuiper e l’esplorazione più lontana di qualsiasi mondo sono entrate a far parte della storia. Quasi tutta l’analisi dei dati avverrà però in futuro”. Stern ha anche spiegato che “i componenti del gruppo scientifico non vedono l’ora di iniziare a cercare in quel tesoro” di informazioni. Le immagini di ultima Thule[…]

Read more
nasa animated flyover of pluto icy mountain and plains

Nasa: video e nuove immagini della superficie di Plutone

La NASA ha pubblicato in questi giorni nuove immagini di Plutone e della sua più grande luna Caronte, e il primo video simulato del suolo di Plutone, realizzato grazie al montaggio delle immagini prese dalle telecamere della sonda New Horizons, mentre sorvolava il pianeta. Si possono osservare ad esempio le montagne ghiacciate che arrivano a circa 3.500 metri di altitudine, e altri rilievi. Si vedono le Norgay Mountains, chiamate informalmente anche Tenzing Norgay, dal nome di uno dei due primi esseri umani a raggiungere la cima del Monte Everest; visibile anche lo Sputnik Planum, la Pianura Sputnik, che ha preso[…]

Read more
nh-color-pluto-charon nasa-jhuapl-swri

Nasa: New Horizons ha raggunto Plutone

Nella notte tra il 14 e il 15 luglio la sonda spaziale New Horizons ha raggiunto il pianeta nano Plutone, ai confini del nostro sistema solare, dopo un viaggio durato nove anni, per oltre 5 miliardi di chilometri. Un evento storico per la NASA e per l’esplorazione spaziale. Alle 2.53, ora italiana, il segnale della sonda è stato captato da una delle antenne radio del Deep Space Network Nasa, situata presso la città di Madrid, Spagna. Le trasmissioni sono riprese dopo circa 20 ore, dal momento che era stato prima necessario trasmettere continuativamente alla Terra i dati scientifici della missione,[…]

Read more
Nature January 2015

Nature: cosa ci porterà la scienza nel 2015

Quali scoperte e quali sorprese possiamo aspettarci dalla scienza in questo 2015 appena cominciato ? Può risponderci la rivista scientifica Nature, che a conclusione del 2014 ha stilato un elenco delle più importanti questioni scientifiche con cui potremmo confrontarci in questo nuovo anno. Faranno sicuramente parte di questo elenco ideale, collocandosi probabilmente al primo posto per importanza, le ricerche realizzate con l’acceleratore di particelle Large Hadron Collider – LHC del CERN di Ginevra, Svizzera: dopo un periodo di stop di due anni per manutenzione e per un upgrade tecnico (cfr. SRM), l’LHC riprenderà infatti le attività sperimentali con una maggior potenza[…]

Read more