Mappa sensazioni e sentimenti umani

La mappa delle sensazioni e dei sentimenti umani

Uno studio su sensazioni e sentimenti umani realizzato da ricercatori delle università finlandesi di Aalto e Tampere. Gli studiosi hanno realizzato una mappa dei possibili sentimenti e sensazioni provati dall’essere umano, visibile nel video in questo articolo. Lo studio ha coinvolto 1.026 persone, che hanno partecipato tramite sondaggi online. È stato pubblicato il 28 agosto 2018 su Proceedings of the National Academy of Sciences – PNAS, con il titolo Maps of subjective feelings. Gli autori sono Lauri Nummenmaa, Riitta Hari, Jari K. Hietanen, e Enrico Glerean. L’articolo su PNAS è stato revisionato da Christian Keysers e Leonhard Schilbach. Pur parlando di una importante e[…]

Read more

Juno ci mostra Giove, un pianeta più esotico del previsto

Le riviste scientifiche Science e Geophysical Research Letters hanno pubblicato tre studi con immagini realizzate dalla sonda spaziale. Fotografie che svelano un volto inaspettato e sorprendente del pianeta più grande del nostro sistema solare: colossali cicloni e pennacchi di ammoniaca, sono solo una parte di ciò che è possibile vedere di Giove grazie alla missione spaziale Juno della Nasa. Immagini e informazioni arrivano a meno di un anno dall’inizio dell’orbita della sonda intorno a Giove, nel luglio del 2016: sono talmente sorprendenti da rendere necessario ripensare molto di ciò che finora gli scienziati sapevano o ipotizzavano su Giove e su altri pianeti giganti di gas: “Quello che abbiamo[…]

Read more
cervello

Il nostro cervello cresce anche da adulti

Del resto lo spiegava già la neurologa premio Nobel Rita Levi Montalcini, quando parlava della plasticità cerebrale, ovvero la capacità dell’encefalo di modificare, almeno in parte,la propria struttura e le proprie funzioni, non solo negli embrioni mentre si sviluppavano, ma anche negli adulti, e non solo in giovane età. In questo caso un recente studio realizzato in California, Stati Uniti, da un gruppo di studiosi della Stanford University, mostrerebbe come anche le aree cerebrali delegate alla memorizzazione e riconoscimento dei volti, continuano a svilupparsi in età adulta. Proprio da adulti infatti la capacità di riconoscimento dei visi cresce e diventa più[…]

Read more
nature neuroscience brain adapts to dishonesty

Neuroscienze: l’abitudine a mentire da dipendenza

Un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Nature Neuroscience, ci spiega alcuni interessanti meccanismi che sono alla base della disonestà sociale, e la ragione per cui comportamenti non etici non siano solo scorretti, e in alcuni casi possiamo dire pure illegali, ma inducano le persone ad abituarsi a mentire e comportarsi scorrettamente. In un meccanismo in cui più si mente, più si è disonesti, più si acutizzano tali comportamenti giorno dopo giorno, una menzogna o scorrettezza dopo l’altra. Lo studio è stato realizzato da Neil Garrett, Stephanie Lazzaro e Tali Sharot dell’Affective Brain Lab del dipartimento di psicologia sperimentale dell’University College d[…]

Read more
andre_brahic_cannes

André Brahic e gli anelli di Nettuno

Il grande astrofisico francese è morto il 15 maggio 2016 a Parigi, dove era nato il 30 novembre del 1942. Considerato uno dei maggiori esperti al mondo di planetologia, nel 1984 aveva predetto l’esistenza degli anelli del pianeta Nettuno, poi effettivamente fotografati dalla sonda Voyager 2 nel 1989. Dopo gli studi al Liceo Voltaire di Parigi, André Brahic si era laureato in matematica con indirizzo astronomia, per poi completare i suoi studi all’Università di Parigi VII – Denis Diderot, dove era poi diventato professore di astrofisica. Cavaliere della Legion d’Onore dal 2015, Medaglia Carl Sagan 2001 negli Stati Uniti e Jean[…]

Read more
nasta terra luna lro lunar

NASA: l’immagine della terra vista dalla luna

La NASA, l’Agenzia Spaziale statunitense, ha pubblicato una bellissima immagine della Terra vista dalla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter – LRO, in orbita intorno alla luna. Una immagine “semplicemente sbalorditiva”, come ha affermato Noah Petro, Deputy Project Scientist per LRO del NASA Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland. La foto, per inquadratura e posizione del nostro pianeta, inoltre “evoca la famosa immagine Blue Marble scattata dall’astronauta Harrison Schmitt durante la missione Apollo 17, 43 anni fa”. Si vede la Terra che sembra salire sull’orizzonte lunare. L’area inquadrata mostra l’oceano di fronte alle coste della Liberia, il deserto del Sahara,[…]

Read more
lincei villa corsini

Le scienze molecolari all’Accademia dei Lincei

Lo studio delle scienze molecolari non può prescindere dalle più recenti tecniche di imaging, che hanno anzi consentito lo sviluppo di questo ambito di ricerca scientifica. Tali tecniche permettono oggi di osservare anche singole molecole nel loro spazio reale, e di osservarne le proprietà locali. Se ne parla all’Accademia Nazionale dei Lincei lunedì 16 e martedì 17 novembre 2015, nel convegno scientifico internazionale Seeing molecules. Le microscopie per le scienze molecolari, promosso dall’Accademia e dalla fondazione Guido Donegani. Organizzato in collaborazione con il CNC – Consiglio Nazionale dei Chimici, e con il Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia[…]

Read more
galassia

La genesi dell’universo, tra scienza e fede

Le teorie sulle origini del cosmo e la sua evoluzione, il modo in cui possono essere confrontate con gli orientamenti del magistero della Chiesa Cattolica, le sacre scritture, la loro interpretazione, la filosofia. Questi gli argomenti che verranno affrontati nell’incontro La genesi dell’universo, tra scienza e fede; relatore, il professor Alessandro Omizzolo, astronomo e ricercatore presso la Specola Vaticana, martedì 21 aprile 2015. Nato nel 1956 a Foza, in provincia di Vicenza, nel 1982 ha completato il dottorato in Astronomia all’Università di Padova. Nel 1987 è stato ordinato sacerdote, attualmente in carico alla Diocesi di Padova. Lavora dal 1997 per la[…]

Read more

Nature: studiare la pittura con la scienza

La pittura e le altre discipline artistiche possono essere oggetto non solo dello studio dell’arte, ma anche di discipline storiche o, in alcuni casi, scientifiche. Lo dimostra uno studio sviluppato da Hawoong Jeong e altri scienziati dell’Istituto Superiore di Scienza e Tecnologia Coreano. La ricerca, mirata allo studio dell’utilizzo dei colori e di tecniche pittoriche come il chiaroscuro, è stata pubblicata su Nature, doi:10.1038/srep07370. Gli scienziati hanno applicato tecniche digitale di imaging per studiare il modo in cui la pittura si è evoluta, e si è progressivamente sempre più colorata, in un periodo tra il Medioevo, nell’undicesimo secolo, e il[…]

Read more