Omega Centauri ESO

Astronomia: Nature, identificate le stelle perdute di Omega Centauri

Le stelle perdute sono quelle che stanno uscendo dall’ammasso globulare Omega Centauri, a causa della forza mareale della Via Lattea. Lo mostra uno studio realizzato da studiosi dell’Osservatorio Astronomico di Strasburgo, dell’Università di Stoccolma e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica – Inaf. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Astronomy con il titolo Identification of the long stellar stream of the prototypical massive globular cluster ω Centauri. Identificazione del lungo flusso stellare del massiccio cluster globulare prototipico ω Centauri. Doi 10.1038/s41550-019-0751-x. Gli autori sono Michele Bellazzini, Paolo Bianchini, Rodrigo A. Ibata,  Khyati Malhan e Nicolas Martin. La disgregazione di[…]

Read more
Maryam Mirzakhani

Maryam Mirzakhani, prima donna a vincere il Nobel della matematica

La studiosa iraniana, dal 2008 professore alla Stanford University, Stati Uniti, è purtroppo  morta sabato 15 luglio 2017, a causa di un tumore contro cui lottava dal 2013. Era stata la prima donna, oltre che il primo cittadino del proprio paese di origine, ad ottenere la Medaglia Fields. Questo prestigioso riconoscimento, considerato il Nobel della matematica per l’importanza che riveste in quest’area scientifica, viene assegnato annualmente dal Fields Institute di Toronto, Canada. Sono premiati giovani studiosi e ricercatori – fino ai 40 anni di età – che abbiano compiuto studi di grande importanza nella matematica, o abbiano comunque contribuito in modo rilevante[…]

Read more
nasa osiris rex NASA Goddard University of Arizona

Nasa: missione su un asteroide

Tra poco meno di tre mesi, l’8 settembre 2016, l’Agenzia Spaziale americana lancerà infatti la missione Osiris – Rex, sviluppata nell’ambito del programma di esplorazione New Frontiers dal Goddard Space Flight Center della NASA, dal Lunar and Planetary Laboratory – LPL, dell’Università dell’Arizona, e dalla divisione spaziale della Lockheed Martin. Dopo un viaggio spaziale di circa tre anni, nel 2019 la sonda entrerà nell’orbita dell’asteroide 101955 – Bennu, dal cui suolo dopo circa sei mesi preleverà un campione di 60 grammi di materiale. Per farlo non atterrerà sull’asteroide, ma utilizzerà il braccio robotico del sistema automatico di raccolta di materiali, in[…]

Read more
pianeta galileo 2015

Toscana: Pianeta Galileo 2015

Parte una nuova edizione di Pianeta Galileo, rassegna di eventi divulgativi sulla scienza, organizzati nel proprio territorio dalla Regione Toscana e da altre istituzioni e enti della regione, e indirizzati soprattutto ai giovani. L’evento inaugurale si svolgerà a Firenze martedì 27 ottobre 2015, alle ore 10.00, nella Sala delle Feste di Palazzo Bastogi, in via Cavour 18. Inizierà con una performance musicale della classe V del Liceo musicale Dante di Firenze – diretta dal Maestro Leonardo Abatangelo. Verranno eseguiti brani di Johann Sebastian Bach e di Henry Purcell. Subito dopo vi saranno i saluti inaugurali di Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale[…]

Read more
god of the big bang leslie wickman

Dio e il Big Bang: scienza e fede possono coesistere

Scienza e fede possono coesistere: ce lo mostra la scienza moderna, e nello stesso Big Bang, i primi istanti di vita dell’universo, troviamo la presenza di Dio. Questa la tesi principale del libro God of the Big Bang: How Modern Science Affirms the Creator – Dio e il Big Bang: Come la Scienza Moderna Afferma il Creatore. Pubblicato nel 2015 da Worthy Publishing, una casa editrice di libri di matrice cristiana, il volume è opera di Leslie Wickman Ph.D, ingegnere, ricercatrice, già astronauta per la Lockheed Martin. Direttore del dipartimento di ingegneria e informatica del Centro di Ricerca Scientifica della Azusa[…]

Read more