P. Rafael Pascual LC

La Sindone, icona silenziosa

La Sindone come “realtà che va studiata ed approfondita”, come “dono che il Signore ci ha lasciato, quasi come un tesoro nascosto”, come icona da riscoprire e valutare. Ne ha parlato P. Rafael Pascual, Direttore del Master in Scienza e Fede e dell’Istituto Scienza e Fede, in una intervista a Radio Vaticana, in questi giorni, anticipando anche la partenza e i contenuti del Diploma di specializzazione in Studi Sindonici, al suo secondo anno accademico (cfr. SRM – eventi ottobre 2011).

Read more

Evoluzione come adattamento casuale ?

Secondo uno studio di alcuni ricercatori dell’Università di Tucson, in Arizona, guidati dalla prof.ssa Joanna Masel, gli esseri viventi si adatterebbero all’ambiente in conseguenza di mutazioni casuali, dovute a “errori genetici”, e che si dimostrerebbero vincenti, o comunque capaci di garantire la sopravvivenza, se non la supremazia, dei soggetti mutati. La ricerca, pubblicata su PNAS, Proceedings of the National Academy of Sciences, ha analizzato la crescita e lo sviluppo di colonie di lieviti, permettendo anche di definire un modello matematico di evoluzione, e di simularne così teoricamente le possibili modificazioni genetiche su periodi di tempo molto più ampi.

Read more

Zichichi: Una scienza consapevole ma umile, che non voglia sostituirsi a Dio

Per il presidente della World Federation of Scientists (WFS), tra i relatori del Convegno Fiducia nella Ragione, tenutosi presso la Pontificia Università Lateranense dal 16 al 18 ottobre, il discorso di Papa Benedetto XVI all’udienza per i partecipanti al convegno, ha giustamente descritto il possibile ruolo della scienza e degli scienziati nella società, e “arriva al momento giusto nel cuore della Cultura detta moderna ma che, in effetti, ha dimenticato com’e’ nata la Scienza. Sono parole di grande attualita”. Una scienza che deve evitare la presunzione di pensare di sostituirsi a Dio, comprendere “che non basta essere intelligenti per capire[…]

Read more

Una possibile nuova armonia tra teoria della relatività, meccanica quantistica e metafisica

Questo il senso dell’intervento del prof. Enrico Berti, per il quale “dopo la cosiddetta seconda rivoluzione scientifica, quella verificatasi tra Ottocento e Novecento a opera della teoria delle relatività, del principio di indeterminazione e della fisica quantistica, si è compreso il carattere non necessario, ma approssimativo, cioè statisticamente probabile, della scienza in generale e quindi della stessa cosmologia fisica, quello stesso carattere approssimativo che secondo Aristotele distingueva la fisica dalla matematica”. Il contrasto tra filosofia e fisica classica quindi non era inevitabile, ma, anzi solamente apparente, proprio perché la stessa meccanica classica non era in grado di spiegare la totalità[…]

Read more

I cambiamenti climatici. Per Sir Brian Heap è necessario affrontarli adesso

Vi sono persone che affermano che il riscaldamento globale è l’arma di distruzione di massa. E ve ne sono altre che pensano che le stime sull’impatto del global warming siano state sottostimate o sovrastimate. Il contributo più importante e più di valore è stato dato dal panel intergovernativo sul cambiamento climatico, oltre un migliaio di scienziati climatici, i migliori scienziati al mondo, che hanno espresso una opinione consensuale sul fatto che il global warming sia un grave problema, e sia dovuto alle attività dell’uomo più recenti. Penso quindi che dobbiamo considerare questo problema seriamente. La grande domanda è come investiremo adesso,[…]

Read more