papa francesco

Essere pronti per la salvezza, e non perdere la speranza per il futuro

Questo, per Papa Francesco, è uno dei significati e allo stesso tempo degli atteggiamenti irrinunciabili della fede cristiana. Lo ha spiegato oggi, mercoledì 11 ottobre 2017, nell’udienza generale in Piazza San Pietro, parlando di “quella dimensione della speranza che è l’attesa vigilante“, concetto importante e ricorrente nel Nuovo Testamento. Lo troviamo ad esempio quando Gesù dice ai discepoli: «Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; siate simili a quelli che aspettano il loro padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa, gli aprano subito» (Lc 12, 35 – 36). “In questo[…]

Read more

Cgil, UIL e UGL: azioni legali verso Sky, contro esuberi e licenziamenti

Le tre organizzazioni sindacali hanno pubblicato una nuova nota, in risposta alle lettere di licenziamento consegnate in questi giorni a dipendenti che si aspettavano di essere trasferiti da Roma a Milano, e che invece sono stati licenziati. Pubblichiamo, integralmente e senza commenti, la nota delle Segreterie Nazionali SLC / CGIL, UILCOM / UIL , UGL Telecomunicazioni, che contestano le decisioni aziendali e le procedure di esuberi e trasferimenti, anche per la Sentenza in merito del Tribunale di Roma del 23 agosto scorso, e annunciano azioni legali. e di lotta, tra cui uno sciopero nazionale. “Utili per Sky, licenziamenti per i[…]

Read more
papa francesco

Il Santo Padre: vicini alle famiglie e al loro ruolo educativo

Nel corso dell’incontro con il clero, i consacrati, i laici dei Consigli pastorali, i membri della Curia e i rappresentanti delle parrocchie, Papa Francesco non ha parlato solo ai giovani. Si è rivolto agli anziani, affermando che come i giovani devono imparare a non trascurare i vecchi, allo stesso tempo gli anziani devono avere “la pazienza di ascoltare i giovani”. Gli uni e gli altri anzi “devono aiutarsi ad andare avanti insieme”, con affetto e solidarietà reciproci. Ma per la Chiesa sono importantissime anche le famiglie, in cui ragazze e ragazzi vivono, perché “una Chiesa attenta ai giovani è una[…]

Read more
sentenza

Fake News e Lavoro: arrivare a Sentenza non vuol dire rinunciare

Un ricorso in Tribunale non è mai per un dipendente una scelta semplice, né qualcosa da intraprendere a cuor leggero: sancisce la involontaria rottura di uno sperato equilibrio con l’azienda; è vissuto spesso come un fallimento personale e professionale; comporta oneri economici e di tempo notevoli, stress, ansia e paure per le possibili decisioni e valutazioni dei Giudici; la triste consapevolezza che inizia una nuova forma di relazione con l’azienda, che probabilmente non potrà che essere, anche in futuro, conflittuale. Proprio per tali ragioni, solitamente un dipendente difficilmente arriva a contenziosi con la propria azienda, anche quando ha forti ragioni[…]

Read more
papa francesco

Centofanti: emozionati dalle parole di Papa Francesco, speranza per il prossimo incontro

Come avevamo anticipato in articoli precedenti, mercoledì 15 marzo 2017 un gruppo di lavoratori Sky Italia ha avuto dalla Santa Sede l’opportunità di partecipare all’Udienza di Papa Francesco in Piazza San Pietro. Nel suo discorso il Santo Padre ha auspicato per i dipendenti della società satellitare che la loro “situazione lavorativa possa trovare una rapida soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie”. Al termine dell’Udienza Paolo Centofanti, direttore SRM, ha potuto rilasciare in qualità di rappresentante sindacale di base alcune dichiarazioni a Radio Vaticana, in una intervista a Roberta Gisotti. Intervista che deve essere ovviamente contestualizzata in[…]

Read more
nature neuroscience brain adapts to dishonesty

Neuroscienze: l’abitudine a mentire da dipendenza

Un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Nature Neuroscience, ci spiega alcuni interessanti meccanismi che sono alla base della disonestà sociale, e la ragione per cui comportamenti non etici non siano solo scorretti, e in alcuni casi possiamo dire pure illegali, ma inducano le persone ad abituarsi a mentire e comportarsi scorrettamente. In un meccanismo in cui più si mente, più si è disonesti, più si acutizzano tali comportamenti giorno dopo giorno, una menzogna o scorrettezza dopo l’altra. Lo studio è stato realizzato da Neil Garrett, Stephanie Lazzaro e Tali Sharot dell’Affective Brain Lab del dipartimento di psicologia sperimentale dell’University College d[…]

Read more
preghiera

Quando perdere la fede significa perdere sé stessi

Questo il tema, e il titolo più o meno letterale, di un interessante articolo apparso sul New York Magazine il 7 giugno 2016. Una riflessione, tra scienza e religione, su come la fede stia diventando sempre meno pervasiva e sempre meno presente nella nostra società, soprattutto tra le ultime generazioni, in particolare quella dei cosiddetti millennials. L’articolo, dal titolo originale When Losing God Means Losing Yourself – Quando perdere Dio significa perdere te stesso, spiega come una indagine realizzata dal Pew Research Center abbia mostrato che “i millennials sono la generazione con la maggiori probabilità, rispetto a qualsiasi altra generazione, di[…]

Read more
lemaitre einstein

Lemaitre: sacerdote e ricercatore, tra scienza e religione

Il 20 giugno del 2016 si commemorerà il cinquantesimo anniversario della morte di una delle figure più emblematiche del rapporto tra fede e ragione. Uno studioso di grande importanza, che dal secolo scorso rappresenta l’ideale equilibrio tra credo e ricerca scientifica, tra fede e scienza moderna. Georges Lemaitre, fisico, astronomo e sacerdote, era nato nella cittadina francese di Charleroi il 17 luglio del 1894. Aveva studiato dai Gesuiti, nel collegio di Charleroi, dove probabilmente aveva maturato la propria vocazione sacerdotale, ma nella sua vita c’era anche la scienza, come necessità e come missione. Una missione che, insieme a quella di[…]

Read more