Volto Sindone

I giacigli della Sindone: come è custodito il Sacro Telo ?

Una delle questioni tecniche più importanti e probabilmente meno conosciute dal grande pubblico, relativamente alla Sindone, è il modo più opportuno, dal punto di vista fisico e biochimico, per custodirla, e per evitare contaminazioni chimiche o biologiche. Contaminazioni che potrebbero ad esempio sicuramente danneggiare in qualche modo il Sacro Telo, o alterarne le caratteristiche strutturali del tessuto e dell’immagine, e la sua visibilità. Sull’argomento vedi pure SRM. Ne ha parlato il 27 febbraio 2015 il professor Piero Savarino, membro della Commissione per la conservazione della Sindone, all’Istituto Faà di Bruno di Torino, nella conferenza I giacigli della Sindone: dal rotolo nello[…]

Read more

Tevatron, la fine di un’epoca

Quest’anno si concludono le attività del progetto Tevatron, l’acceleratore di particelle del FermiLab, a Chicago, che in 26 anni di esperimenti e ricerche ha permesso alcune delle più importanti scoperte nello studio dei quark. Le attività di analisi dei dati rilevati finora continueranno anche successivamente, per completare una attività di ricerca in gran parte complementare alle sperimentazioni presso l’LHC del CERN di Ginevra.

Read more