Nasa: le immagini di ultima Thule

L’agenzia spaziale americana ha pubblicato le foto di ultima Thule, ad oggi il più lontano corpo celeste che sia stato in qualche modo esplorato. Alan Stern, del Southwest Research Institute di Boulder, Colorado, ha affermato in conferenza stampa che “La prima esplorazione di un piccolo oggetto della fascia di Kuiper e l’esplorazione più lontana di qualsiasi mondo sono entrate a far parte della storia. Quasi tutta l’analisi dei dati avverrà però in futuro”. Stern ha anche spiegato che “i componenti del gruppo scientifico non vedono l’ora di iniziare a cercare in quel tesoro” di informazioni. Le immagini di ultima Thule[…]

Read more

Notizie tra fede e scienza

Notizie brevi, tra fede e scienza, delle due settimane appena trascorse Inizieremo parlando di come gli scienziati possono rendere le città più sostenibili. La tutela dell’ambiente passa anche attraverso lo sviluppo di un’economia più ecologicamente sostenibile. E la costruzione di città e agglomerati urbani che rispondano a tale criterio. Ne parla un articolo su Scientific American. Spiegando che abbiamo già sufficienti informazioni e big data, strumenti tecnologici e metodologie innovative per arrivare a costruire metropoli sostenibili e a misura d’uomo. Marie Heurtin, dal buio alla luce In coincidenza con la 71ma edizione del Locarno Film Festival, Fede e Ragione pubblica un[…]

Read more

Nasa: come è cambiata la vita sulla Terra

In un video in time lapse l’agenzia spaziale americana mostra come si sta sviluppando e modificando il nostro pianeta, particolarmente a causa dell’intervento degli esseri umani e dei drammatici cambiamenti climatici che hanno determinato. La vita, si legge sul sito ufficiale della Nasa, “è l’unica cosa che, ad oggi, rende la Terra unica tra le migliaia di altri pianeti che abbiamo scoperto”. Le immagini sono state riprese dall’autunno del 1997 dai satelliti Nasa, che “hanno osservato continuamente e globalmente tutta la vita vegetale sulla superficie della terra e dell’oceano”.

Read more
nature communications brain observational learning

Scienza: alcune notizie della settimana

Riprendiamo una consuetudine che avevamo qualche tempo fa, parlando brevemente di alcune delle principali novità, approfondendole successivamente quando di particolare interesse. Tra le prime notizie, di interesse certamente la ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer Disease, sviluppata confrontando immagini cerebrali di uomini e donne, realizzate tramite la tecnica di tomografia SPECT, ad emissione di singolo fotone. Ne è emerso che il cervello delle donne è maggiormente attivo di quello degli uomini, e che le donne sono dotate di maggior empatia e intelligenza emotiva, e di maggior autocontrollo. Altro interessante studio, approfondito in settimana da Paolo Centofanti, direttore SRM, mostra invece come anche[…]

Read more
nasa jason satellite

La NASA ha lanciato Jason, per studiare l’innalzamento degli oceani

Domenica 17 gennaio 2016, alle 10.42 del mattino ora locale, dalla struttura di lancio presso la base Vandenberg dell’aeronautica americana, in California, è decollato un razzo SpaceX Falcon 9 con a bordo la sonda Jason-3. Una missione internazionale, progettata e coordinata dal National Oceanic and Atmospheric Administration – NOAA, per studiare i cambiamenti climatici globali, e in particolare misurare quanto si stanno innalzando nel mondo i livelli degli oceani. Frutto di una collaborazione tra la NASA, l’agenzia spaziale francese CNES e l’EUMETSAT, l’organizzazione europea per lo sfruttamento dei satelliti meteorologici, il progetto continua con nuove tecnologie le analisi effettuate precedentemente da Stati[…]

Read more
helix

Le sfide scientifiche dell’astrofisica

In questi giorni, da lunedì 18 maggio 2015, si sta svolgendo a Catania il LIX congresso della Società Astronomica Italiana – SAIt, dedicato alle sfide e alle opportunità scientifiche e tecnologiche, correlate all’esplorazione dell’universo attraverso strumenti di osservazione e analisi, installati sulla Terra o lanciati tramite satelliti e collocati in orbita geostazionaria. Con il titolo Le sfide scientifiche affrontate con i nuovi grandi telescopi da terra e dallo spazio, questo evento scientifico inaugurato nel primo pomeriggio di ieri si protrarrà fino alle 14.00 di venerdì 22 maggio, negli spazi del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’università di Catania. Il congresso[…]

Read more

Un oceano di acqua su Titano

In un articolo pubblicato da Science sono stati presentati gli studi effettuati su Titano, uno dei satelliti di Saturno, tramite la sonda Cassini-Huygens; le analisi portano a ipotizzare, con elevate probabilità, la presenza di un oceano di acqua allo stato liquido, ipotesi che comporterebbe anche la probabilità di presenza di forme di vita. Le ricerche sono state realizzate da un gruppo di studiosi di NASA, ESA – European Spacial Agency, e ASI – Agenzia spaziale Italiana; gli scienziati, guidati dal prof. Luciano Iess, docente presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale dell’Università La Sapienza di Roma, hanno rilevato deformazioni[…]

Read more

Marco Bersanelli: la corsa allo spazio ci ha fatto capire chi siamo

“La Terra è l’unico pianeta doppio del sistema solare – spiega Bersanelli in un articolo su Il Sussidiario – l’unico cioè con un satellite di dimensioni paragonabili al pianeta stesso”. Questo semplice elemento, insieme alla relativamente breve distanza tra i due corpi celesti, ha determinato un rapporto particolare degli uomini con il proprio satellite, dagli albori dell’umanità alle prime scoperte realizzate con il cannocchiale da Galileo Galilei, ai primi tentativi di esplorazione con sonde, poi con esseri umani. E mentre “il programma Apollo diede un enorme slancio allo sviluppo di nuove tecnologie e dell’informatica, con ricadute straordinarie in campo spaziale,[…]

Read more