chemistry

Gli embrioni ibridi diventano possibili negli Stati Uniti ?

Sembra proprio che a breve la scienza andrà oltre ciò che non solo gli uomini di fede, ma anche molti scienziati o anche semplici persone di buon senso, giudicano un limite etico e scientifico invalicabile. Negli USA a breve potrebbero infatti essere prodotti persino embrioni chimera, frutto di ibridazioni da tra esseri umani e animali. Il National Institutes of Health, NIH – L’istituto nazionale per la salute americano, ha infatti annunciato che tra qualche mese abolirà la moratoria che, dal settembre dello scorso anno, impediva tali sperimentazioni. Erano state molte, tra i ricercatori, le voci critiche su tale moratoria, espresse[…]

Read more
trappist 1 eso mkornmesse

Nature: individuati tre pianeti simili alla Terra

L’annuncio della scoperta è stato dato ufficialmente dalla rivista scientifica britannica lunedì 2 febbraio 2016, Doi 10.1038/nature17448. Una equipe di ricercatori, guidata da Michael Gillon dell’università di Liegi, Belgio, ha individuato i corpi celesti, con dimensioni simili a quelle della nostro pianeta. Sono in orbita attorno ad una stella nana ultrafredda denominata Trappist 1, di dimensioni paragonabili a quelle di Giove. Questo sole si trova ad una distanza di soli 12 parsec, ovvero circa 40 anni luce, dalla Terra: dal punto di vista astronomico, questo sistema può quindi essere considerato vicino al nostro. L’orbita di due dei pianeti si troverebbe in una[…]

Read more
volto sindone

Sindone Medioevale ? svelato il caso

Come promesso, stiamo approfondendo la questione del 17 aprile scorso, ovvero eventuali recenti analisi che avessero confermato una datazione del Sacro Telo al quattordicesimo secolo, determinata grazie alla nuova metodica SCAR dell’INO – Istituto Nazionale di Ottica, del CNR, vedi SRM.  Le fonti che avevamo considerato erano il blog OcaSapiens della giornalista scientifica di Sylvie Coyaud, e una notizia apparsa su ANSA il 7 aprile. In realtà, attualmente non risulta che il CNR abbia effettuato nuove analisi su campioni della Sindone con tale metodica, e sembra che la ragione del caso possa ridursi alla trascrizione sintetica della intervista telefonica completa[…]

Read more
Jeffrey Williams ESA

Per l’astronauta Jeffrey Williams non c’è conflitto tra fede e scienza

Uno degli astronauti più attivi e importanti della NASA, l’agenzia spaziale americana, ci ha ricordato che religione e ricerca scientifica non sono in disaccordo, e che non c’è alcuna incoerenza tra l’essere scienziato e vivere il proprio credo, anche quando si fa ricerca spaziale e si lavora per istituzioni scientifiche che, come la NASA, sono spesso viste da alcuni a torto come assolutamente positiviste e laiche, se non antitetiche a qualsiasi forma di spiritualità. Di religione cristiana, Williams aveva infatti affermato in una intervista che molti cristiani lavorano nella NASA come in altre organizzazioni governative o scientifiche, e che il[…]

Read more
galileo galilei

Scienza e fede: quattrocento anni dal Processo a Galileo Galilei

La ricorrenza del 5 marzo 2016, a quattrocento anni dal Decreto della Congregazione dell’Indice che sospendeva la pubblicazione del De revolutionibus Orbium Coelestium di Niccolò Copernico, che sosteneva la tesi di un sistema solare eliocentrico, con la Terra in orbita attorno al Sole, è uno dei momenti più emblematici delle difficoltà storiche nel rapporto tra religione e discipline scientifiche. Da alcuni è visto anche come uno dei momenti più drammatici, culminato nel processo a Gaileo Galilei. In realtà per l’epoca era un normale e inevitabile momento di riflessione e confronto dialettico, in una realtà storica e intellettuale che non aveva[…]

Read more
exomars_schiaparelli_separating_from_trace_gas_orbiter

Exomars, l’Europa cerca la vita su Marte

Parte lunedì 14 marzo 2016 la prima fase di una nuova missione spaziale europea, con l’obiettivo di studiare la geologia del pianeta rosso, capire quali rischi presenti per future missioni umane, e cercare eventuali tracce di forme viventi. Coordinato dall’ESA, l’agenzia spaziale europea, questo progetto internazionale vede anche la collaborazione dell’ASI, l’agenzia spaziale italiana. Denominata ExoMars, in questa prima fase la missione prevede che un vettore porti in orbita attorno a Marte la sonda TGO – Trace Gas Orbiter, equipaggiata con strumenti per analizzare metano e altri gas presenti nell’atmosfera del pianeta, e per mappare le loro fonti di emissione. Tali[…]

Read more