marte nasa jpl caltech

Nature: ritratto di Marte come un giovane pianeta

La scienza planetaria non ha ancora compreso in modo definitivo la storia dell’evoluzione geologica dei pianeti del nostro sistema solare. A partire dal 1958, le numerose missioni di esplorazione, dalle sonde fotografiche Ranger, Mariner, Surveyor, ai lander come Venera, Mars, Viking, Rosetta, ci hanno però aiutato in 58 anni ad avere maggiori dati scientifici e informazioni, consentendo di capire meglio le caratteristiche chimiche, fisiche e geologiche della Luna, e di pianeti come Venere, Giove, Saturno. Lo stesso problema si presenta per Marte, nonostante sia il pianeta più studiato e fotografato, e con più sonde sul proprio suolo. Ne parla un[…]

Read more
ESA Planck in the Space

Planck: riscrivere il Big Bang ?

L’Agenzia Spaziale Europea – ESA ha annunciato che dalle analisi effettuate su una nuova mappa dell’universo realizzata tramite il telescopio spaziale Planck Surveyor, potrebbe essere necessario ridefinire alcune questioni fondamentali della cosmologia, come la radiazione cosmica di fondo e il Big Bang. Jan Tauber, responsabile scientifico del progetto Planck, lo ha così spiegato “Si scopre che la maggior parte di questa immagine, la maggior parte di questa mappa, si adatta splendidamente al nostro semplice modello” cosmologico. Allo stesso tempo, continua, “qualcosa di ciò che stiamo trovando non è come ce lo saremmo aspettato, per quanto riguarda le caratteristiche dell’intero universo”[…]

Read more