Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

News agosto 2012

Misurare la forma della luce

Quello che a molti potrebbe sembrare un apparente ossimoro, quasi poetico, ovvero misurare la forma della luce, è in realtà quanto sono riusciti a realizzare, nell’ambito dell’ottica fisica, alcuni scienziati dell’Istituto Nazionale di Ottica del Centro Nazionale delle Ricerche – CNR, con sede a Sesto Fiorentino. Una misurazione possibile solo applicando i principi dell’ottica quantistica dell’ottica ultraveloce, anche perchè la luce non ha, in verità, una sua forma, e come i liquidi si dispone invece nello spazio in un “modo” che dipende sostanzialmente la forma dei contenitori, piccoli o grandi, in cui si diffonde.
Lo ha spiegato Marco Bellini, leader del gruppo di ricercatori insieme ad Alessandro Zavatta: “Un singolo fotone, che corrisponde al riempimento del contenitore con un solo quanto di eccitazione, può assumere infinite forme diverse, a seconda del modo che occupa”. Bellini ha anche sottolineato l’importanza della scoperta, perché “la maggior parte delle applicazioni delle proprietà quantistiche della luce a nuove tecnologie, dalla comunicazione alla computazione alla metrologia quantistica, dipende dalla conoscenza di questa forma”. Lo studio sarà pubblicato su Physical Review Letters.
Link ANSALa Repubblica

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: