eugene_cernan_nasa

Eugene Cernan, l’ultimo uomo a camminare sulla Luna

L’astronauta statunitense, uno dei soli tre astronauti al mondo che abbiano effettuato due volte il viaggio dalla Terra alla Luna, è morto a Chicago il 16 gennaio del 2017; aveva quasi 83 anni. Eugene Gene Andrew Cernan era nato a Chicago il 14 marzo 1934. Nel 1963 era entrato a far parte della NASA, l’Agenzia Spaziale Americana, all’età di 29 anni. Ne aveva 32 quando con Thomas Stafford partiva per la sua prima missione spaziale, la Gemini 9, il 3 giugno del 1966. I due sostituivano Charles Bassett e Elliott See, morti tragicamente durante un volo di esercitazione con un[…]

Read more
nobel 2016

Fisica: i Premi Nobel 2016

La Reale Accademia delle Scienze Svedese ha annunciato i nomi degli scienziati insigniti quest’anno del prestigioso premio per il loro importante contributo scientifico allo studio della cosiddetta materia esotica, nell’ambito della fisica quantistica. Sono tre fisici britannici, che attualmente insegnano e fanno ricerca negli Stati Uniti: Duncan Haldane è professore all’università di Princeton; Michael Kosterlitz alla Brown University; David Thouless all’università di Washington. La motivazione ufficiale del Nobel 2016 per la fisica, indica le loro “scoperte teoriche relative alle transizioni di fase topologiche”, importanti per capire il comportamento quantistico della materia. Come si legge nella nota ufficiale dell’Accademia, i tre[…]

Read more
mostra enrico fermi bologna

Una duplice genialità, fra teoria ed esperimenti: la mostra dedicata a Enrico Fermi

A Bologna una rassegna di eventi e spazi espositivi per celebrare il genio e le scoperte del grande fisico italiano, insignito nel 1938 del Premio Nobel per la fisica, per “l’identificazione di nuovi elementi della radioattività e la scoperta delle reazioni nucleari mediante neutroni lenti”. L’evento vuole mettere “in rilievo la straordinaria figura e le grandi conquiste scientifiche di Enrico Fermi, il fisico italiano paradossalmente più noto all’estero che in Italia, che fu uomo dalla mente creativa eccezionale, dalla duplice genialità in equilibrio tra teorie ed esperimenti”. La mostra è organizzata dal Museo Storico della Fisica e Centro Studi e[…]

Read more
titulus crucis

I Vangeli e il Titolo della Croce

Il Titolo della Croce, in base al testo del Vangelo di Giovanni (Gv 19, 19-20), è la tavoletta collocata al di sopra della croce stessa, con scritto l’acronimo INRI, ovvero Gesù Nazareno Re dei Giudei – in latino Jesus Nazarenus Rex Judaeorum. La scritta era obbligatoria, per la legge romana, per indicare le ragioni della condanna. I quattro Vangeli non sono univoci nel parlarne, e ad esempio solo in Giovanni appare la parola Nazoreo, che è stata interpretata storicamente e filologicamente in vari modi. Nella Basilica di Santa Croce in Gerusalemme, a Roma, si conserva una reliquia di legno di[…]

Read more
la scienza della fantascienza renato giovannoli

Quanta scienza c’è nella fantascienza

Quanta scienza c’è nella fantascienza ? Quanto sono accurate e realistiche previsioni e visioni degli scrittori che ci mostrano il nostro possibile futuro in film come Star Trek, Gravity, o Blade Runner ? Su questo argomento Bompiani ha recentemente pubblicato, nella collana Saggi, una terza edizione, riveduta e aggiornata, del volume La scienza della fantascienza, opera di Renato Giovannoli, Pubblicato per la prima volta nel 1998, il libro analizza tematiche quali l’esobiologia e la ricerca di forme di vita aliena; la robotica e l’intelligenza artificiale e le connesse questioni filosofiche, etiche e sociali; l’esplorazione del cosmo e i viaggi spaziali[…]

Read more

La luce può creare la materia ?

Nuovi studi, condotti da un gruppo di scienziati dell’Imperial College di Londra e del Max Planck Institut Kernphysik, e pubblicati su Nature Photonics il 18 maggio 2014, con il titolo A photon–photon collider in a vacuum hohlraum doi:10.1038/nphoton.2014.95, sembrano dimostrarlo, confermando quanto avevano già teorizzato nel 1934 Gregory Breit e John Archibald Wheeler. Già allora i due studiosi, in un articolo sulla rivista scientifica Physical Review, avevano infatti ipotizzato e descritto un processo in cui, utilizzando un campo elettromagnetico polarizzato ad impulsi brevi, ad esempio un laser, da un fascio di fotoni era possibile l’emissione di coppie di elettroni e[…]

Read more

Pavel Florenskji: Nulla va perduto

Pubblichiamo la prima parte dell”intervista-colloquio di Paolo Centofanti, Direttore SRM, con il Prof. Adriano Dell’Asta, Vicepresidente della Fondazione Russia Cristiana e docente di Letteratura Russa all’Università Cattolica di Milano, sulla figura di Padre Pavel Florenskji. “Nulla va perduto”. Qual’è il significato del titolo della mostra ? Il titolo si lega alla esperienza complessiva di P. Pavel Florenskji, che si situa tra la fine del 19mo e la prima metà del 20mo secolo; Florenskji nasce nel 1882 e muore fucilato l’8 dicembre del 1937. “Nulla va perduto” vuol proprio significare che questa vita, che si conclude tragicamente e che sembra essere[…]

Read more