Scienza e fede non si contrappongono, ma sostengono il progresso e lo sviluppo dell’umanità

Ne ha parlato Papa Benedetto XVI durante l’udienza per il novantesimo anniversario della fondazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, il 21 maggio scorso a Roma. “La prospettiva cristiana – ha affermato – non si contrappone al sapere scientifico e alle conquiste dell’ingegno umano” ma, “al contrario, la fede allarga l’orizzonte del nostro pensiero, è via alla verità piena, guida di autentico sviluppo”. Il Pontefice ha anche sottolineato come l’Università Cattolica sia “chiamata ad essere luogo in cui prende forma di eccellenza quell’apertura al sapere, quella passione per la verità, quell’interesse per la storia dell’uomo che caratterizzano l’autentica spiritualità cristiana”. Un[…]

Read more

Ai confini primi e ultimi dell’universo

da  L’Osservatore Romano, 10 aprile 2011 Ai confini primi e ultimi dell’universo La scienza come esperienza religiosa Il centro pastorale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore ha ospitato una due giorni di studio sul tema della creazione. Pubblichiamo alcuni stralci di una delle relazioni. di Piergiorgio Picozza Per lo scienziato, dopo un primo momento in cui domina l’emozione della scoperta arriva il momento della riflessione sul ruolo dell’uomo in questo universo in cui noi ci sentiamo soli o solitari, guidati solo dalla nostra intelligenza. Scriveva il grande fisico Stephen Weinberg: “La terra è solo una piccolissima parte di un universo ostile[…]

Read more

Neuroscienze e libero arbitrio: un contrasto reale o solo immaginario

Seminario organizzato dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce, il 4 maggio prossimo, con la partecipazione del prof. Dario Sacchi, docente presso l’Università del Sacro Cuore di Brescia. Informazioni: Mercoledì 4 maggio 2011, alle ore 11.00, presso l’Aula del Senato Accademico della Pontificia Università della Santa Croce, in piazza Sant’Apollinare, 49, Roma. Tel. +39-06681641; info@pusc.it Link sito web www.pusc.it

Read more

Gerberto Magister et Pastor

Da Gerberto a Wojtyla, 1000 anni di scienza e fede una prospettiva interdisciplinare; questo il filo conduttore del convegno che si svolgerà il 2 maggio prossimo a Roma, presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, MIUR. Organizzato da Raffaele Ciambrone (MIUR), Laura C. Paladino (Universita’ di Bologna), Costantino Sigismondi (ICRA, International Center for Relativistic Astrophysics), e Marta Materni (Universita di Roma La Sapienza), l’evento vuole presentare la figura e il pensiero di Gerberto d’Aurillac, docente, filosofo e scienziato, divenuto Papa con il nome di Silvestro II (999-1003) e fondatore delle prime diocesi in Polonia, tra cui Cracovia. Proprio a[…]

Read more

Zichichi: Una scienza consapevole ma umile, che non voglia sostituirsi a Dio

Per il presidente della World Federation of Scientists (WFS), tra i relatori del Convegno Fiducia nella Ragione, tenutosi presso la Pontificia Università Lateranense dal 16 al 18 ottobre, il discorso di Papa Benedetto XVI all’udienza per i partecipanti al convegno, ha giustamente descritto il possibile ruolo della scienza e degli scienziati nella società, e “arriva al momento giusto nel cuore della Cultura detta moderna ma che, in effetti, ha dimenticato com’e’ nata la Scienza. Sono parole di grande attualita”. Una scienza che deve evitare la presunzione di pensare di sostituirsi a Dio, comprendere “che non basta essere intelligenti per capire[…]

Read more

L’inutilità delle staminali che sacrificano embrioni umani

ZI08031709 – 17/03/2008 Permalink: http://www.zenit.org/article-13852?l=italian L’inutilità delle staminali che sacrificano embrioni umani Intervista a Mons. Ignacio Carrasco De Paula, Direttore dell’Istituto di Bioetica dell’Università Cattolica Sacro Cuore * di Paolo Centofanti, Direttore SRM – Science and Religion in Media ROMA, lunedì, 17 marzo 2008 (ZENIT.org).- A fronte dei problemi pratici ed etici legati alla produzione di cellule staminali embrionali, occorre puntare su tecniche alternative come la riprogrammazione di cellule staminali adulte fino al raggiungimento di uno stadio simil-embrionale di pluripotenza. Ad affermarlo in questa intervista a ZENIT è monsignor Ignacio Carrasco de Paula, Direttore dell’Istituto di Bioetica dell’Università Cattolica Sacro[…]

Read more

Perché alla matematica sfugge il divino

da Avvenire,  11 Dicembre 2008 Perché alla matematica sfugge il divino di Luigi Dell’Aglio Questa intervista ad Antonio Ambrosetti apre un ciclo di colloqui dedicato ai rapporti tra la matematica (e i matematici) e la fede, che sfatano la fallace equazione che identifica scienze esatte con ateismo. «Sulla parete del mio studio campeggia il Crocifisso. La giornalista, che è di fronte a me, lo osserva. Poi, meravigliata, mi fa: “Professore, è credente?”. “Sì”, rispondo io, con naturalezza. E lei: “Ma come fa uno scienziato – anzi un matematico – a credere in Dio?”. E sottolinea la parola “matematico”, scandendo le[…]

Read more